Quantcast
facebook rss

Ascoli, D’Orazio va al Sudtirol e saluta il popolo del Picchio: «Vi porterò nel mio cuore»

SERIE B - Il terzino abruzzese lascia i bianconeri dopo un anno e mezzo e si accasa al neopromosso Sudtirol: «Un grazie particolare ai tifosi». Il diesse Valentini valuta il giovane Giordano al suo posto. Canale aperto con il Milan per Tsadjout e Nasti
...

 

di Salvatore Mastropietro

 

Dopo un anno e mezzo di onorato servizio è giunta al capolinea l’esperienza di Tommaso D’Orazio con la maglia dell’Ascoli. Il terzino sinistro era stato posto in uscita nelle ultime settimane dalla società bianconera ed ora è arrivata una buona opportunità per entrambe le parti. L’ex Cosenza e Bari, tra le altre, è ufficialmente un nuovo calciatore del Sudtirol, come annunciato dal club di Corso Vittorio Emanuele tramite una nota pubblicata sui propri canali in cui si augurano al calciatore le migliori fortune professionali.

 

Il club neopromosso in Serie B ha raggiunto l’accordo con l’Ascoli sulla base di un trasferimento a titolo definitivo. Il laterale difensivo abruzzese è così libero di aggregarsi fin dal giorno del raduno al gruppo allenato da Lamberto Zauli. Intanto D’Orazio ha salutato la piazza bianconera con una lettera pubblicata sul proprio profilo Instagram:

 

«Caro Ascoli, con grande dispiacere – scrive – è giunto il momento di salutarci. In questo anno e mezzo fatto di sofferenza, battaglie e gioie sono felice di aver contribuito a riportare entusiasmo ad una città e ad un club che tanto merita. Vorrei ringraziare il patron Pulcinelli, i direttori e il mister Sottil insieme al suo staff per avermi permesso di indossare questi gloriosi colori. Grazie a tutti i miei compagni di squadra che mi hanno supportato e soprattutto sopportato. Grazie – continua – a tutto il mondo a Ascoli, staff sanitario, magazzinieri e addetti stampa, che dietro le quinte non ci hanno mai fatto mancare nulla. Un grazie particolare va a voi tifosi che non avete mai smesso di sostenerci anche nei momenti più bui. Io e la mia famiglia saremo sempre grati per il vostro affetto, vi porterò sempre nel mio cuore».

 

Marco Valentini

L’intenzione dell’Ascoli adesso è quella di affiancare a Falasco, che sarà il titolare nel prossimo campionato, un profilo più giovane e di buona prospettiva futura. Un nome valutato in questo senso è quello di Simone Giordano, terzino classe 2001 di proprietà della Sampdoria. Reduce da una buona stagione da titolare vissuta in Serie C con la maglia del Piacenza (33 presenze, 1 gol e 6 assist), il giovane è seguito con attenzione anche dall’Avellino. Il Picchio sta provando a proporre un prestito con diritto di riscatto. I doriani daranno una risposta a breve, probabilmente proponendo l’inserimento di un’opzione per il contro riscatto.

 

Tsadjout

Giordano non è l’unico giovane promettente finito nel mirino del direttore sportivo Marco Valentini. Un profilo monitorato con attenzione è quello di Marco Nasti, attaccante classe 2003 di proprietà del Milan. Dopo un campionato Primavera da vero top (18 gol complessivi tra campionato, Coppa e Youth League) il centravanti è alla ricerca della prima esperienza da professionista. L’Ascoli, che deve tuttavia battere la concorrenza di Cosenza e Palermo, potrebbe ingaggiarlo in prestito e metterlo a disposizione di Bucchi come alternativa a Dionisi e Tsadjout. Proprio con i rossoneri vanno avanti i contatti anche per riportare quest’ultimo sotto le Cento Torri, stavolta a titolo definitivo. Le sensazioni sono positive e potrebbero arrivare novità concrete nel giro di una settimana.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X