Quantcast
facebook rss

Sale l’attesa per Ascoli-Ternana: domenica chiude la campagna abbonamenti, settore ospiti già sold out

SERIE B - Tra tre giorni l'esordio in campionato sul campo del "Del Duca": il nuovo arrivato Gondo pronto ad esserci dal primo minuto nel 4-3-3 di Bucchi. Intanto prosegue la vendita dei biglietti e delle tessere stagionali dopo la decisione (e qualche successiva polemica) da parte della società di alzare i prezzi per le singole partite. Saranno 900 i tifosi umbri sugli spalti
...

 

di Salvatore Mastropietro

 

La fine della telenovela attaccante con l’arrivo di Cedric Gondo è stata salutata sicuramente con soddisfazione in casa Ascoli. Il centravanti classe 1996 ha assaggiato nella giornata di ieri la passione di numerosi tifosi bianconeri accorsi allo store di Via Cairoli in occasione della “Notte Bianca” cittadina”. L’ivoriano cresciuto nella Fiorentina è ora chiamato subito a dare il proprio contributo alla causa della sua nuova squadra.

 

Gondo (foto Ascoli Calcio)

Data la squalifica di capitan Dionisi, domenica sera contro la Ternana (prima giornata di campionato) toccherà a lui con molta probabilità occupare il centro del tridente offensivo nel 4-3-3 di mister Bucchi. L’unica alternativa, infatti, se si considera che Iliev è praticamente fuori squadra (continua ad allenarsi a parte al “Picchio Village”) e che De Paoli verrà presto ceduto in prestito in Serie C, è rappresentata dall’adattamento di Lungoyi nel ruolo di falso nove. Lo farà contro la Ternana, sua ex squadra in cui ha vissuto nel 2015-2016 la prima esperienza da professionista. In maglia rossoverde collezionò 25 presenze e 2 gol in Serie B.

 

Il patron Pulcinelli

Negli ultimi giorni, oltre ai sempre caldi discorsi di calciomercato, un tema molto caldo in casa Ascoli è stato quello relativo alla campagna abbonamenti. L’acquisto dei tagliandi valevoli per tutta la stagione sportiva sarà possibile fino all’orario del calcio d’inizio di Ascoli-Ternana (ore 20,45). Non è un mistero che la prevendita, partita ormai da circa un mese, stia procedendo ad un ritmo inferiore rispetto alle aspettative del club di Corso Vittorio. Lo scorso 4 luglio, durante la conferenza di presentazione tenutasi presso la sede della “Fainplast”, il patron Massimo Pulcinelli enunciò l’obiettivo delle 5.000 tessere, poi ribadito anche nel corso degli ultimi giorni.

 

Per convincere sempre più persone ad aderire alla campagna abbonamenti, la società ha anche contestualmente deciso di rendere relativamente più sconvenienti i biglietti per le singole partite: per quanto riguarda Ascoli-Ternana serviranno 20 euro per la Curva Nord e 27 per la Tribuna Mazzone. Se dal punto di vista della società è stata ribadita l’importanza dell’abbonamento in segno di supporto all’operato del club, dal punto di vista di alcuni tifosi questa scelta non è stata ben vista.

 

Il popolare gruppo organizzato degli “Ultras 1898” ha preso posizione nella giornata di ieri con un comunicato che da un lato ribadisce l’importanza dell’abbonamento e dall’altro sottolinea la necessità di prezzi più consoni per coloro che sono costretti ad acquistare i biglietti singoli: «Pensiamo che in un mondo ideale fare l’abbonamento sia il dovere di ogni tifoso. Contribuire fattivamente alle spese societarie è una delle più grandi prove di attaccamento alla maglia e invitiamo tutti i tifosi ad abbonarsi. Apprezziamo lo sforzo societario di venire incontro ai tifosi con una campagna abbonamenti che permette di seguire tutte le partite dell’Ascoli con un prezzo unitario vantaggioso. Tuttavia non viviamo in un mondo ideale, tutt’altro: il campionato non si svolge da anni in orari che invogliano a venire allo stadio. Il calcio spezzatino fa sì che il tifoso debba essere libero e pronto ad andare allo stadio dal venerdì alle 18 al lunedì alle 21 senza preavviso. L’orario base delle 14 del sabato è indecoroso».

 

«Non abbiamo il nostro settore – continuano gli Ultras – da ormai 6 anni e seguiamo il match sugli spalti di una curva costruita con criteri ed esigenze di 50 anni fa. Abbiamo amici, familiari e tifosi che letteralmente fanno i salti mortali per esserci, ma spesso le partite si sovrappongono con i turni di lavoro, con gli orari di una normale attività, con le partite di calcio dilettantistico. Per non parlare dei tifosi fuori provincia, chiamati spesso a fare miracoli per essere presenti. Nonostante le difficoltà ci siamo sempre stati e abbiamo dimostrato di essere una tifoseria che può fare la differenza con le giuste condizioni. Molti di noi, già abbonati, stanno preparando la trasferta di Palermo. Chiediamo, per tutto ciò, alla società e al patron di comprendere chi, pur volendo esserci e volendo contribuire all’Ascoli Calcio, è spesso impossibilitato ad essere presente e fa affidamento sui biglietti. Tra loro ci sono tifosi che non meritano affatto di essere trattati alla berlina, come se fossero dei traditori. Chiediamo per loro e per tutti i tifosi bianconeri un prezzo consono che non metta nessuno in condizione di rinunciare allo stadio per questioni meramente economiche. Ne risentirebbe il tifo, ne risentirebbe l’ambiente, ne risentirebbe la squadra».

 

I tifosi ternani al “Del Duca” lo scorso maggio

Sale l’attesa, intanto, anche in casa Ternana. Sono finiti questa mattina tutti i 900 tagliandi messi a disposizione per il settore ospiti che sarà occupato dagli umbri.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X