Quantcast
facebook rss

L’Ascoli lancia la campagna abbonamenti, Pulcinelli: «Mi aspetto almeno 5.000 sottoscrizioni» (Le foto)

SERIE B - “Scorre nel sangue” è il titolo della campagna lanciata dal club bianconero. Prezzi dedicati per Under 18, bambini, donne e Senior. Il patron: «Voglio rivivere ad ogni partita le emozioni vissute contro il Benevento»
...

 

di Salvatore Mastropietro

 

Conferenza stampa di inizio stagione, nuove divise da gioco, ma anche e soprattutto il lancio della campagna abbonamenti. La mattinata di oggi, lunedì 4 luglio, è stata senz’altro piena di annunci nel mondo Ascoli, che si appresta a cominciare una nuova annata sportiva con l’obiettivo di continuare a crescere e migliorarsi.

 

La nuova campagna abbonamenti, dal titolo “Scorre nel sangue”, arriva a tre anni dall’ultima organizzata dal club di Corso Vittorio. In quel caso ci si fermò a poco più di 4.000 sottoscrizioni, mentre quest’anno le aspettative sono sicuramente maggiori.

La sala multimediale di Fainplast in cui si è svolta la conferenza stampa di inizio stagione

 

La campagna prende spunto dal celebre ritrovamento di decine di palloni ritrovati sul tetto della Chiesa di San Tommaso avvenuto lo scorso marzo. L’immagine, che fece il giro di tutti i social e delle maggiori testate giornalistiche nazionali, fu sicuramente evocativa per intere generazioni di ascolani e non solo. La speranza è che lo sia anche stavolta per un’iniziativa che tenta di unire tifosi di tutte le età.

 

Il responsabile marketing e commerciale (da oggi anche direttore generale) Domenico Verdone ha illustrato i dettagli principali della campagna: «La campagna abbonamenti è riservata soprattutto alle famiglie. L’attenzione al target dei giovanissimi si era vista già lo scorso anno grazie al cavalier Faraotti, con il quale abbiamo cominciato un percorso nelle scuole regalando biglietti e materiali. La campagna sarà aperta dal 6 luglio all’11 luglio per coloro che hanno acquistato il pack di sei gare nell’ultima stagione e a coloro che hanno sottoscritto i Token. Dal 13 luglio aprirà la vendita libera aperta a tutti. Oltre ai giovani c’è una particolare attenzione anche a donne e senior».

 

I prezzi, illustrati nel dettaglio nella tabella di seguito spaziano dai 169 per la Curva Nord (poco meno di 9 euro a partita) ai 269 per la Tribuna Mazzone (circa 14 euro). Insieme all’abbonamento i sottoscrittori potranno contare su tre tipologie di benefit: un prezzo dedicato (25 euro) per assistere alle dirette dei match fuori casa dell’Ascoli in onda su Helbiz Live; la possibilità, tramite il partner “Cor Cafè” di poter acquistare una macchina brandizzata “Ascoli Calcio” a condizioni vantaggiose; ricevere in regalo un cuscino copriseduta per lo stadio per una maggiore comodità. La piattaforma che gestirà la campagna rimane TicketOne.

 

Massimo Pulcinelli

 

Nel corso della conferenza stampa di presentazione il patron Massimo Pulcinelli non ha nascosto le proprie aspettative in merito alla campagna abbonamenti: «L’emozione vissuta contro il Benevento è impressa fortemente nel mio cuore, nonostante sul campo non sia andata come speravamo. Personalmente, come tutti, vorrei rivivere quelle sensazioni ad ogni gara e per questo motivo mi aspetto almeno 5-6.000 abbonati per avere allo stadio, comprendendo sponsor e i cosiddetti “occasionali”, 7-8.000 persone ogni sabato o domenica. Prendendo come riferimento i 169 di base per la Curva Nord il prezzo è più basso rispetto a quello praticato da altre società. Ringrazio tutti i tifosi che da settimane ci scrivono per conoscere le novità sugli abbonamenti. Inoltre tengo in modo particolare anche all’Honour Club e alla sottoscrizione dei Token, tramite cui chi vuole può far sentire ancora di più il proprio sostegno».

 

Insomma, parole chiare come ancora più chiara è stata la chiosa finale sempre riguardante la campagna abbonamenti: «Io non parlo per motivazioni economiche, a me non importano quei 20.000 euro in più a partita, viste anche le cifre che ci troviamo a gestire. Mi interessa che lo Stadio si riempia per essere l’Ascoli Calcio realmente e non solo nei ricordi. I ricordi sono belli, ma nel calcio oggi conta il presente».

 

A tal fine è arrivato anche un ringraziamento agli Ultras: «Lo scorso anno ci hanno aiutato a creare nuovamente un forte attaccamento nei confronti della squadra, è anche grazie a loro se siamo passato dai 3.000 della prima parte di stagione agli 11.000 della fine».




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X