Quantcast
facebook rss

Ascoli, Gondo e il gol ritrovato: «Mi sono tolto un peso, gli attaccanti vivono di questo»

SERIE B - Il centravanti bianconero ha interrotto a Cosenza un digiuno che andava avanti da oltre tre mesi: «Ho vissuto un periodo negativo, ma i compagni hanno sempre cercato di aiutarmi. Ora dobbiamo continuare così, contro la Reggina senza paura». Picchio Village: ripresa la preparazione, poi l'incontro con gli sponsor
...

di Salvatore Mastropietro

 

Tra le tante buone notizie arrivate in casa Ascoli con la vittoria di Cosenza c’è senz’altro quella dei gol segnati. In particolare, come sottolineato anche da mister Cristian Bucchi nel post partita, è quello di Cedric Gondo ad aver assunto un significato speciale, soprattutto perché spezza un digiuno personale che andava avanti da circa 3 mesi e mezzo. Per gli attaccanti, si sa, il gol è un fattore determinante per il proprio umore ed è chiaro che la rete segnata dall’attaccante scuola Fiorentina sia stato vissuto come una vera e propria liberazione.

 

Nell’intervista rilasciata ai microfoni del club alla ripresa degli allenamenti, Gondo ha sottolineato proprio questo aspetto: «Il gol lo aspettavo da tanto, c’è stato un periodo un po’ negativo, ma adesso per fortuna è arrivato. Mi sono tolto un peso, devo continuare a lavorare su questo per continuare. L’attaccante vive di questo, di gol e di azioni che portano alla finalizzazione. Ho messo da parte il mio “io” e ho cercato di aiutare la squadra anche se la rete non arrivava, l’obiettivo resta sempre la squadra».

 

Gondo e la sua esultanza da “gondoliere” (foto Ascoli Calcio)

Al di là del gol ritrovato, comunque, l’importanza di Gondo sta soprattutto nel lavoro di sacrificio svolto per la squadra: «Gli obiettivi possono essere raggiunti solo se si ragiona come gruppo. Quest’anno ero partito bene grazie al supporto che mi hanno dato gli altri e io ho sempre cercato di dare il massimo. Dionisi mi dice sempre di stare tranquillo e di dare il 100%, poi il gol viene di conseguenza».

 

Sul ritorno alla vittoria e sulla Reggina, prossima avversaria del Picchio: «Dobbiamo continuare a fare punti perché solo così puoi fare un campionato degno. Come in ogni partita contro la Reggina servirà concentrazione, rispettiamo la Reggina ma se pensiamo a quello che dobbiamo fare noi possiamo non avere paura di nessuna squadra. Le qualità le abbiamo e il gruppo sa dove può arrivare. Il mister ci prepara su tutti i dettagli, andremo in campo sereni e consapevoli. Speriamo di fare un bel regalo ai nostri tifosi, se lo meritano perché ci hanno sempre supportato».

 

PICCHIO VILLAGE – È ripresa stamattina al “Picchio Village” la preparazione dei bianconeri in vista della prossima sfida di campionato, in programma il prossimo 26 dicembre con la Reggina al “Del Duca”. Attivazione tecnico motoria, partite a pressione, lavoro metabolico e partita a tutto campo il lavoro svolto. Dopo pranzo la squadra incontrerà presso il centro sportivo gli sponsor dell’Ascoli Calcio per lo scambio di auguri natalizi. Domani è fissata una seduta di lavoro alle ore 11.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X