Quantcast
facebook rss

Maturità, l’onorevole Latini
solleva il caso privatisti
«Inaccettabile che per l’idoneità
dovranno attendere la fine dell’epidemia»

ISTRUZIONE - Dovrebbero sostenere l’esame di Stato conclusivo nel corso della sessione straordinaria che si svolge normalmente a settembre. «Ripercussioni pesantissime anche sulle iscrizioni alle Università»
...

L’onorevole Giorgia Latini

Nel mondo della scuola, tra le tante difficoltà collegate al Coronavirus, c’è anche il caso dei privatisti che devono effettuare l’esame di maturità. Lo solleva l’onorevole Giorgia Latini, della Lega, vicepresidente della Commissione Cultura alla Camera.

«E’ inaccettabile che il Governo – afferma il deputato ascolano – penalizzi le migliaia di studenti privatisti, anche marchigiani, rinviando solo per loro l’ammissione alla maturità. Dal ministro all’Istruzione, infatti, nessuna soluzione accettabile per questi alunni che, contrariamente agli altri, non svolgeranno gli esami di ammissione all’esame di maturità in modalità telematica ma in presenza. Però non si capisce quando. Secondo il ministro Azzolina questi ragazzi dovranno sostenere l’esame di idoneità al termine dell’emergenza epidemiologica».

«Purtroppo nessuno oggi – continua l’onorevole Latini – è in grado di dire quando finirà l’emergenza con la conseguenza che diversi alunni, anche nelle Marche, non avranno una data certa per l’esame di idoneità ma sosterranno l’esame di Stato conclusivo nel corso della sessione straordinaria, che si svolge normalmente a settembre. Impensabile. Anche perché spostare gli esami per i privatisti nella sessione straordinaria produrrà, inevitabilmente, delle ripercussioni pesantissime anche sulle iscrizioni alle Università, considerato che i test di ammissione agli Atenei sono di norma fissati, in alcuni casi, anche ad agosto». E allora?  «Ci aspettiamo buonsenso – conclude il parlamentare della Lega  – e serietà dal ministro Azzolina che prima proclama che nessuno verrà lasciato indietro mentre con questo trattamento penalizzerà sia i nostri studenti privatisti che rischiano di non avere un futuro e di veder allontanare la possibilità di proseguire la propria formazione culturale, sia le nostre Università». Così la deputata marchigiana della Lega Giorgia Latini, vicepresidente della Commissione Cultura alla Camera.

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X