Quantcast
facebook rss

Piunti: «San Benedetto non sarà
il post acuzie per Covid delle Marche»

EMERGENZA - Il sindaco sambenedettese ha incontrato il direttore dell'Area vasta 5 Milani ed ha scritto al presidente della Regione Ceriscioli escludendo assolutamente l'ipotesi che il "Madonna del soccorso" ospiti pazienti provenienti dal "Murri" di Fermo. «Abbiamo dimostrato di essere centrali nella sanità regionale. I nostri reparti devono tornare al più presto alla normalità»
...

L’ospedale “Madonna del Soccorso” di San Benedetto. Nel riquadro il sindaco Pasqualino Piunti

di Franco De Marco

«Vogliamo che l’ospedale “Madonna del Soccorso torni al più presto, appena possibile, alla sua normale attività. E’ impensabile che possa ospitare, anche provvisoriamente, come ipotizzato, 25 malati Covid provenienti dal “Murri” di Fermo o da altrove». Il sindaco di San Benedetto Pasqualino Piunti, solitamente pacato, alza la voce e manda un chiarissimo messaggio al presidente della Regione Luca Ceriscioli e ai vertici dell’Asur. «Non è assolutamente pensabile – afferma – che il nostro ospedale continui ad ospitare malati Covid. Se c’è qualcuno che lo pensa come quello del post acuzie dei pazienti del nord delle Marche, si sbaglia di grosso».

Cesare Milani, direttore di Area Vasta 5

Questa mattina Pasqualino Piunti ha incontrato il direttore dell’Area Vasta 5 Cesare Milani, presenti anche quattro medici dell’ospedale della Riviera in rappresentanza di tutto il personale sanitario, e gli ha ribadito la sua posizione di netta chiusura all’eventualità, appunto, di ospitare malati Covid provenienti dal “Murri” di Fermo. «Non sta né in cielo né in terra una ipotesi simile». Il direttore dell’Area Vasta ha preso atto della posizione netta del sindaco. Nello stesso tempo Pasqualino Piunti ha inviato una comunicazione scritta al presidente della Regione Luca Ceriscioli: «Siamo solo momentaneamente un ospedale Covid. No ad altri arrivi. Vogliamo ripristinare, appena possibile, superata l’emergenza Coronavirus,  le originali funzioni dei nostri reparti».

«San Benedetto – continua Pasqualino Piunti – ha dimostrato, di fronte all’emergenza Covid, una grande disponibilità e una grande responsabilità. Non ci siamo tirati indietro. I medici, gli infermieri, tutto il personale del Madonna del Soccorso ha dimostrato enorme professionalità, abnegazione e spirito di sacrificio. Ma passata l’emergenza basta».

Sindaco Pasqualino Piunti, secondo lei, il terremoto Coronavirus dovrà portare ad un ripensamento della Regione nella realizzazione del nuovo ospedale a Pagliare? «Me lo auguro. In questa emergenza sanitaria San Benedetto ha dimostrato la sua centralità. E’ difronte agli occhi di tutti. Centralità e, ripeto, professionalità. Non si può non tener conto di questo stato di cose». La Riviera delle Palme rilancia la sua candidatura ad ospitare la nuova struttura. Il tema, presto, tornerà sicuramente d’attualità.

Com’è oggi la situazione dei reparti Covid a San Benedetto? «Per fortuna – risponde il sindaco sambenedettese – sta migliorando. I ricoverati stanno diminuendo sia nella terapia intensiva sia in quella semintensiva. Ringrazio ancora una volta i medici che hanno dovuto affrontare questa emergenza. Sono stati straordinari. Grazie a nome della città».

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X