facebook rss

Vaccini al personale scolastico,
solo 60 nei primi due giorni
Gli over 80 hanno riempito gli slot

EMERGENZA CORONAVIRUS - L'Area Vasta 5 era pronta per accogliere 140 tra insegnanti e Ata. Ma c'è stato un inghippo nel sistema di prenotazione. Angelini: «Tutto risolto. Da mercoledì si procede secondo i piani» «Non sono stati persi tempo e dosi»

Il punto vaccini di Ascoli, con ingresso separato tra over 80 e personale scolastico

 

Non sono stati vaccinati in 140 tra insegnanti e Ata delle scuole del Piceno, ma in circa 60, divisi tra i punti vaccinazione di Ascoli (la “Casa della Gioventù”) e San Benedetto (il palasport “Speca”).

Molti meno di quelli previsti dunque, anche se decisamente di più rispetto alle altre province delle Marche. Ad Ancona solo in 6 hanno ricevuto il farmaco ieri, 1 marzo, il primo giorno della campagna per questa categoria e della fase 2 (leggi qui).

Il motivo, uguale per tutti. Un inghippo nel sistema di prenotazione.

«Una volta aperta la piattaforma delle prenotazioni (il 27 febbario, attraverso il portale di Poste Italiane, ndr) – ha spiegato Nadia Storti, direttore generale dell’Asur Marche all’Ansa – c’è stato  il fatto che, sulla stessa piattaforma, hanno continuato a prenotarsi anche gli anziani che hanno occupato dei posti».

Il problema si è sommato all’iniziale blocco delle prenotazioni fino a 55 anni per l’Astra Zeneca, poi esteso a 65 e alla «necessità – è sempre la Stori che parla all’Ansa – di valutare quale vaccino somministrare a soggetti fragili tra il personale della scuola, AstraZeneca come previsto o Pfizer-Biontech per soggetti fragili».

«Ora la questione è risolta – commenta il dottor Claudio Angelini, direttore del Servizio Igiene e Sanità pubblica dell’Area Vasta 5 – ancora per oggi, 2 marzo, si andrà avanti con circa 30 utenti del personale scolastico. Ma da domani si procederà come da piano: 140 al giorno, prevedendone circa 7 ogni ora per punto vaccino.

In ogni caso, per quanto riguarda i punti vaccinali della provincia di Ascoli, non abbiamo perso tempo e nemmeno dosi di farmaco.

Sono stati vaccinati i 388 anziani già previsti. Più quelli che si sono “inseriti” negli slot per il disguido. E i 60 del personale scolastico. Gli anziani con il farmaco Pfizer. Gli insegnanti con Astra Zeneca».

Gli slot sono degli spazi di prenotazione previsti dal sistema per compilare il calendario giornaliero. Per ogni categoria, ora diversificata a quanto pare, il sistema prenota, ogni ora, 18 anziani e 7 utenti della scuola. Al raggiungimento del numero programmato, cioè quando gli slot si riempiono in base alla capienza stabilita, si passa all’ora successiva, poi al giorno e così via. Fino a compilare il calendario che va oltre aprile, al momento.

Ben più ampia del previsto (il 61%) l’adesione degli over 80. E dei circa 3.000 tra insegnanti e Ata che lavorano nelle scuole del Piceno (o che qui risiedono), la previsione è che la richiesta sarà pure altissima.

Va avanti anche la vaccinazione, prime dosi ma soprattutto richiami, agli operatori della Sanità privata.

Ieri, nella sede del Distretto Sanitario di Ascoli, sono state iniettate 108 dosi.

m.n.g.

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X