facebook rss

Non ancora vaccinati gli ex ospiti
della Rsa di Ripatransone
ora a “Villa Anna”,
Nespeca: «Recupereranno»

SAN BENEDETTO - Per via del trasferimento dalla residenza convertita a Covid, sono rimasti fuori dalla campagna vaccinale che ha riguardato strutture assistite, protette e centri diurni residenziali, sia pubblici che privati. Ecco cosa ha detto il direttore del Distretto Sanitario

Nel riquadro, la dottoressa Maria Teresa Nespeca

di Maria Nerina Galiè

Nella clinica privata Villa Anna di San Benedetto, dove 3 pazienti del reparto Medicina sono stati riscontrati positivi al Coronavirus, sono ricoverate anche 5 persone che erano ospiti della Rsa di Ripatransone prima che venisse convertita a residenza assistenziale per Covid, nel novembre scorso.

A differenza degli ospiti delle altre Residenze assistite, protette e centri diurni residenziali, sia pubbliche che private, coloro che sono stati inseriti a Villa Anna non sono stati vaccinati.

Hanno dunque perso il “treno”?

«Assolutamente no», ha affermato la dottoressa Maria Teresa Nespeca, direttrice del Distretto Sanitario di San Benedetto, che ha coordinato la campagna vaccinale nel territorio afferente.

«Questi pazienti non sono stati vaccinati, per ora, perchè nella struttura privata ci sono andati in regime di ricovero. La scelta è stata dettata dal fatto che, rispetto ad altri ospiti trasferiti dalla Rsa di Ripatransone in altre strutture residenziali, avevano bisogno di un livello assistenziale più alto.

Ora in realtà è possibile dimetterli dal punto di vista clinico.

Ma fino ad ora  non avevamo posti.

Con la conversione a Covid di Ripatransone ci sono mancati 32 posti di residenza assistita.

Inoltre, in tutte le altre strutture non Covid abbiamo destinato una stanza per l’isolamento di due settimane a cui sottoponiamo tutti gli ospiti che arrivano, da altri centri. E facciamo questo anche se, prima di accoglierli, tutti sono sottoposti a tampone che deve essere negativo».

Quindi per il vaccino anti Covid le 5 persone  in questione come possono fare?

«Adesso abbiamo la possibilità di ricollocarli, già dalla prossima settimana, in residenze. Uno di loro andrà nella Rsa di Montefiore, tre al San Giuseppe di San Benedetto, uno le cui condizioni sono migliorate per le cure ricevute andrà alla Pelagallo di Grottammare.

Stiamo avviando l’iter con le famiglie.

Appena saranno nelle nuove strutture, tutti e 5 riceveranno il vaccino».

La Rsa di Ripatransone ha 28 posti per ospitare Covid. I ricoverati, al momento sono 11 secondo il report della Regione Marche. Ma nei prossimi giorni dovrebbero arrivare anche pazienti dal Nord Italia.

«La struttura di Ripatransone – conclude la dottoressa Nespeca – ha un ruolo importantissimo nella gestione della pandemia e non solo a livello locale».

Casi Covid a “Villa Anna”, il presidente Simone Ferraioli: «Ecco com’è andata»

EMERGENZA CORONAVIRUS Focolaio a “Villa Anna”: pazienti trasferiti negli ospedali di Ascoli e di San Benedetto



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X