Quantcast
facebook rss

Ascoli, Fabbrini
è il nuovo rinforzo:
«Ci sono le premesse
per fare bene»

SERIE B - Biennale con opzione per un'altra stagione pr il 31enne toscano che torna in Italia dopo le esperienze in Inghilterra, Spagna, Bulgaria e Romania. «Ho colto al volo l'occasione, ho già seguito la squadra nella scorsa stagione. Mi vedo mezzala». Oggi primo allenamento, domani doppia seduta
...

Il ds Lupo e Fabbrini

 

di Salvatore Mastropietro

 

La notizia era nell’aria da ormai un paio di giorni e l’ufficialità è arrivata come previsto: l’Ascoli ha comunicato di aver acquisito fino al 30 giugno 2023 con opzione le prestazioni sportive dell’attaccante classe 1990 Diego Fabbrini, reduce dall’esperienza in Romania con la Dinamo Bucarest.

Toscano di San Giuliano Terme, Fabbrini è cresciuto nel settore giovanile dell’Empoli fino al debutto fra i professionisti. Con gli azzurri ha disputato due positive stagioni in B prima di approdare nella massima serie con la maglia dell’Udinese: qui ha collezionato 25 presenze fra qualificazioni in Champions, campionato, Coppa Italia ed Europa League. L’anno successivo è iniziata la sua esperienza nella Championship, dove ha all’attivo 83 presenze, 6 gol e 6 assist con le maglie di Watford, Millwall, Birmingham City e Middlesbrough.

Con la maglia della Nazionale nel 2012

Da sottolineare nella sua carriera da “gira Europa” l’esperienza allo Spezia nella seconda parte della stagione 2016-2017, prima di riprendere il volo verso la Spagna (Real Oviedo), la Romania (Botosani e Dinamo Bucarest) e Bulgaria (Cska Sofia). Nel suo curriculum fa bella mostra anche una convocazione nella Nazionale italiana di Cesare Prandelli per il match Italia-Inghilterra del 15 agosto 2012: in quell’occasione ha debuttato in azzurro nel ruolo di seconda punta.

Diego Fabbrini

«Avevo intenzione di tornare in Italia dopo tanti anni all’Estero – ha esordito Fabbrini nelle sue prime parole da nuovo calciatore dell’Ascoli – fra Inghilterra, Spagna, Bulgaria e Romania. Appena si è presentata l’occasione non ci ho pensato su due volte, nonostante ci fossero interessamenti da parte di alcune squadre italiane, ma soprattutto straniere. La trattativa con l’Ascoli è nata da una decina di giorni e ho subito approfittato».

Il nome di Fabbrini era già stato accostato in passato all’Ascoli: «In questi anni ho sempre continuato a seguire i campionati italiani e il mio nome era già stato accostato all’Ascoli lo scorso anno, quindi da lontano ho seguito il campionato dei bianconeri. Quando il procuratore mi ha detto che si era ripresentata l’occasione di venire qui, l’ho colta al volo. In attacco in questi anni ho ricoperto un po’ tutti i ruoli, se devo esprimere una preferenza dico che mi vedo meglio da mezzala, ma sono a disposizione del gruppo. Oggi ho conosciuto i nuovi compagni e il mister. Le premesse ci sono, spero di fare bene e di aiutare la squadra a disputare una bella stagione. So che sarà un campionato difficile, non mi sono posto obiettivi in termini di gol, voglio fare il meglio possibile».

Intanto la squadra ha sostenuto la prima sgambatura della stagione sul campo dell’Hotel. A causa dei due elementi positivi del gruppo squadra, i calciatori hanno potuto svolgere solo lavori individuali, incentrati su ripetute sui 300 metri. Domani, domenica 18 luglio, doppia seduta alle ore 9 e alle 17.

L’Ascoli torna a fare i conti col Covid: due positivi nel gruppo squadra

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X