Quantcast
facebook rss

Quintana, preparativi
per il corteo di agosto:
i figuranti in più sono 164

ASCOLI - I sei Sestieri e il Gruppo Comunale passano da 60 a 80 persone, i dodici Castelli da 2 a 4. Gli spettatori al Campo dei Giochi, e quindi i biglietti che verranno posti in vendita, dovrebbero essere gli stessi del 10 luglio (980)
...

(foto Stefano Capponi)

 

di Andrea Ferretti

 

Sestieri e Gruppo Comunale 80 figuranti, Castelli 4. Totale 164 figuranti in più rispetto al 10 luglio. In attesa dell’ufficializzazione, questi i numeri della Quintana di domenica 1 agosto che vivrà il suo prologo con la cerimonia dell’Offerta dei Ceri di sabato 31 luglio in Piazza Arringo.

(foto Stefano Capponj)

Con le dita perennemente incrociate ormai da mesi, stanno lavorando in questo senso Amministrazione comunale, con in testa il sindaco-Magnifico Messere Marco Fioravanti, e Consiglio degli Anziani, presieduto da Massimo Massetti. Ovviamente a stretto contatto con il braccio operativo, ovvero il coreografo Mirko Isopi il quale, come sempre, si avvale della collaborazione del maestro di corteo Marco Terrani.

Essendo venute a mancare le gare di sbandieratori e musici e quella degli arcieri, quest’anno lavoro ridotto per gli altri “maestri”: Emidio Manfroni (sbandieratori), David Paolini (musici) e Raimondo Cipollini (arcieri). Fondamentale, invece, quest’anno più del solito per il rispetto delle normative anti covid, l’apporto dei coordinatori di corteo del Gruppo Comunale e dei Sestieri.

Lorenzo Melosso di Porta Romana (foto Bosi)

Tra i dettagli da mettere a punto c’è anche quello della vendita dei biglietti per gli spettatori che vorranno assistere alla Giostra al Campo dei Giochi. E’ realistico che i tagliandi saranno gli stessi 980 della notturna di luglio, a prezzi ovviamente invariati: tribuna centrale 50 euro, tribune laterali 35, gradinata 18. Il settore delle tribunette in ferro (lato Forte Malatesta) sarà occupato dai figuranti, a disposizione dei quali ci saranno come sempre anche i tradizionali gradoni sul lato sud.

I Sestieri potranno dunque aumentare di venti unità il proprio corteo, e chissà che il numero 80 non venga standardizzato anche per il futuro. Dopo tutto si tratta dello stesso numero di figuranti che sfilavano prima dello “sbracamento” (punte anche di 220 figuranti) degli anni Novanta, al quale pose un freno (160 e poi 150) l’allora Ente Quintana all’inizio del nuovo millennio.

Il guadagno è su più fronti: corteo più breve e soprattutto meno noioso, tempi accorciati in sfilata e al Campo dei Giochi, meno costumi spesso rimediati che minano l’immagine della rievocazione. I Castelli raddoppiano. Restano sempre dodici ma i figuranti non saranno più soltanto gonfaloniere e castellano perché probabilmente sfilerà anche la castellana.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X