Quantcast
facebook rss

Ascoli, Paganini arma in più sulla fascia
Bidaoui: «Ho promesso il gol a Pulcinelli»

SERIE B - Imminente l'ufficialità dell'acquisto dell'esterno classe 1993, reduce da una prima parte di stagione non positiva al Lecce. Alla ripresa degli allenamenti il belga ha parlato del suo ottimo momento di forma: «Felice del rendimento personale e di squadra, manca solo la rete. Con il 4-3-2-1 sono più abituato»
...

di Salvatore Mastropietro

 

Dopo tre giorni di meritato riposo, concessi dallo staff tecnico a seguito della bella vittoria ottenuta sul campo del Cosenza, è ripresa la preparazione dell’Ascoli sul terreno del “Picchio Village”. Mister Andrea Sottil ha deciso di impegnare i suoi subito con un’intensa doppia seduta di allenamento. Al mattino i calciatori hanno svolto riscaldamento tecnico, circuiti di reattività, tattica collettiva e circuito di resistenza. Nel pomeriggio, invece, il programma è stato incentrato su un lavoro tattico per reparti e su una sessione di forza funzionale.

Sottil al “Picchio Village”

I prossimi giorni di lavoro saranno molto importanti, soprattutto perché permetteranno di lavorare con relativa calma senza l’assillo della partita da preparare. Il prossimo impegno è in programma, infatti, tra dieci giorni: sabato 5 febbraio alle ore 18,30 in casa col Perugia. Seguirà un’altra partita tra le mura amiche la settimana successiva contro il Como, nella speranza che i due match servano per invertire una volta la marcia al “Del Duca” (dove sono arrivati appena 9 dei 32 punti attuali conquistati).

Luca Paganini

Le attenzioni dei prossimi giorni saranno rivolte tutte al calciomercato, che si chiuderà lunedì 31 gennaio. In entrata e in uscita, restano ancora diverse situazioni da sistemare per il direttore sportivo Marco Valentini, che ha intanto praticamente chiuso per l’arrivo di Luca Paganini. L’esterno classe 1993 sarà ufficializzato già nella giornata di domani, o al massimo venerdì, e si metterà da subito a disposizione di mister Sottil. Per l’ex Frosinone (in Ciociaria ha condiviso importanti esperienze, tra cui due promozioni, con Federico Dionisi) ha grande voglia di rimettersi in gioco dopo una prima parte di stagione non positiva con la maglia del Lecce (8 presenze totali, di cui nessuna da titolare).

Bidaoui

Il laterale romano, utilizzabile sia sulla fascia sia come mezz’ala di centrocampo, andrà a rinforzare la batteria di esterni a disposizione di Andrea Sottil. Questo specialmente sulla destra, dove i bianconeri non avevano praticamente nessuna alternativa – se non l’adattamento di Fabbrini o l’avanzamento di Salvi – in questa prima parte di stagione. La scelta di aggiungere un elemento simile alla rosa dell’Ascoli va nella direzione di un ampliamento di soluzioni tattiche adottabili dallo staff tecnico a gara iniziata o in corso, come ad esempio 4-3-3 (o 4-3-2-1) e 4-2-3-1. Ciò darebbe anche la possibilità di incrementare la centralità nel progetto tecnico di Soufiane Bidaoui, che nelle ultime due partite ha ribadito di essere un’arma potenzialmente letale per le difese avversarie.

Proprio l’esterno belga è intervenuto questa mattina ai microfoni della società, parlando proprio del suo stato di forma: «In questo momento sono contento del mio stato di forma, il mio rendimento sta andando bene, sono contento anche per la squadra. Stiamo ottenendo i risultati, abbiamo iniziato bene queste prime due partite dell’anno. Il 2021 non era terminato così bene, ma noi giochiamo ogni partita per vincere e finora ci è andata bene così. Questa è una delle mie migliori stagioni in B, anche allo Spezia ho disputato buone stagioni, sono contento di aver iniziato così l’anno, speriamo di continuare e di migliorare il bottino di gol».

Dopo la partita di Cosenza, Bidaoui, insieme ai compagni di squadra, ha inviato al patron Pulcinelli un video in cui ha promesso di realizzare un gol alla prossima partita: «Speriamo di fare gol contro il Perugia o nella partita successiva. Dopo la gara il patron era molto contento, ha detto che è stata una bella partita, una grande prestazione da parte di tutta la squadra”.

Infine una chiosa sul 4-3-2-1 e sul rendimento al “Del Duca”: «Il modulo è un po’ diverso, io gioco più esterno, ho sempre ricoperto questo ruolo e sono abituato, ma anche a Cosenza ho giocato più sulla parte sinistra, è andata bene anche così, non cambia tanto, è un’altra alternativa che abbiamo e che funziona comunque. Rendimento al Del Duca? Stiamo andando meglio in trasferta, ma dobbiamo migliorare in casa nostra, a febbraio ci saranno partite fondamentali, ben quattro in casa quindi in questa sosta dobbiamo prepararci al meglio».




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X