Quantcast
Fratelli d'Italia
facebook rss

Passione, caldo e fatica: è l’ora della Quintana, e cresce l’attesa per il corteo e la Giostra

 ASCOLI - Temperatura africana sia per il prologo di oggi dell'Offerta dei Ceri che per il grande appuntamento di domani, domenica 7 agosto, quando al Campo dei Giochi giungeranno i figuranti (partenza ore 15,15 da Piazza Ventidio Basso) e poi si darà il via alla tenzone. I sei cavalieri protagonisti. L'importanza dello speaker. La curiosa girandola dei castellani. Diretta Tv su Rai3 dalle ore 18
...

La Quintana schierata al Campo dei Giochi

 

di Andrea Ferretti

 

Ci siamo, è giunta l’ora della Quintana. Quella che va in scena domani, domenica 7 agosto, al Campo dei Giochi di Ascoli è la numero 94, compresa la Giostra “fantasma” (causa una decisione affrettata e quindi sbagliata) di luglio 2007 che ha inferto una “ferita” alla rievocazione storica peggiore di quella del covid. Scocca l’ora della Quintana che archivia il 2022, il 68° anno della rievocazione rispolverata nel 1955. Anche stavolta diretta tv: dalle ore 18 su Rai3. Prologo stasera, sabato 6 agosto, alle ore 20 con l’Offerta ei Ceri a Piazza Arringo.

 

Magnifico Messere e Magistrature davanti a Palazzo dei Capitani

IL CALDO E LA FATICA

 

Sull’otto disegnato nel vecchio Squarcia, di fronte gli stessi sei cavalieri protagonisti della Giostra in notturna dello scorso 9 luglio. Vista la temperatura questi ultimi arriveranno molto accaldati al Campo dei Giochi. Sgomberato il campo dalle voci che li volevano assenti dal corteo per il gran caldo che li avrebbe probabilmente fiaccati prima del tempo. La Quintana non è solo storia, ma tradizione e passione, pathos e sofferenza fisica. Storia e tradizione alla mano, non è riservata a quello stuolo di ragazzini e ragazzine che anche stavolta saranno molto numerosi per il piacere proprio ma soprattutto di genitori pronti allo scatto fotografico da inoltrare subito a parenti e amici. Che poi, come è probabile e come spesso accaduto in passato, ci sarà qualche malore, tutto passa in secondo piano. Allo squillo delle chiarine del Gruppo Comunale, il corteo muoverà alle ore 15,15 da Piazza Ventidio Basso.

 

In alto: Gubbini (Tufilla), Innocenzi (Solestà), Melosso (Romana). In basso: Chicchini (Sant’Emidio), Lionetti (Piazzarola), Zannori (Maggiore)

I CAVALIERI

 

Sono loro gli indiscussi protagonisti della Quintana, sei fantini che con i loro cavalli si daranno di nuovo battaglia sull’otto del Campo dei Giochi. Dal campione in carica Massimo Gubbini di Porta Tufilla a Mattia Zannori di Porta Maggiore ultimo classificato a luglio, passando per Luca Innocenzi di Porta Solestà che un mese fa ha perso la Quintana per soli due punti, a Lorenzo Melosso di Porta Romana unico ascolano in gara, a Pierluigi Chicchini di Sant’Emidio, a Nicholas Lionetti della Piazzarola. Chi vince regala al proprio Sestiere il Palio realizzato da Leonardo Cemak che è piaciuto a pochissimi dando spunto anche a esilaranti gag diventate virali sul web.

 

Massimo Gubbini (Porta Tufilla): 39 anni, di Foligno, alla sua Quintana numero 26. Ha vinto 8 Palii: 2008 (2), 2009 agosto, 2012 luglio, 2016 luglio, 2018 luglio, 2021 agosto, 2022 luglio

 

Luca Innocenzi (Porta Solestà): 40 anni, di Foligno, alla sua Quintana numero 31. Ha vinto 14 Palii: 2010 (2), 2011 (2), 2012 agosto, 2014 (2), 2015 (2), 2017 (2), 2018°, 2019 luglio, 2021 luglio. A luglio è giunto 2°

 

Lorenzo Melosso (Porta Romana): 21 anni, di Ascoli, alla sua Quintana numero 6. Ha vinto 1 Palio (2019 agosto). Il suo score: 4° a luglio nel 2019, 3° a luglio e 6° ad agosto nel 2021, 3° quest’anno a luglio

                  

Pierluigi Chicchini (Sant’Emidio): 33 anni, di Foligno, alla sua Quintana numero 4. Non ha vinto Palii. Lo scorso anno, esordiente, 4° a luglio e 3° ad agosto, 4° quest’anno a luglio

 

Nicholas Lionetti (Piazzarola): 23 anni, di Faenza (Ravenna), alla sua Quintana numero 10. Non ha vinto Palii. Il suo score: 5° a luglio e 3° ad agosto nel 2016, 4° a luglio e 4° ad agosto nel 2017, 6° a luglio e 3° ad agosto nel 2018,  5° a luglio e 5° ad agosto nel 2021, 5° quest’anno a luglio

 

Mattia Zannori (Porta Maggiore): 29 anni, di San Gemini (Terni), alla sua Quintana numero 10. Non ha vinto Palii. Il suo score: 3° a luglio e 5° ad agosto nel 2017, 5° a luglio e 6° ad agosto nel 2018, 2° a luglio e 4° ad agosto nel 2019, 6° a luglio e 4° ad agosto nel 2021, 6° quest’anno a luglio

 

Mario La Rocca

LO SPEAKER

 

La speranza è che si sia provveduto a non far mostrare e/o annunciare nelle varie dirette radio, tv e streaming il tempo di tornata dei singoli cavalieri. Dovesse ripetersi quanto accaduto a luglio, significherebbe ridurre il ruolo di speaker – il bravissimo Mario La Rocca – a semplice annunciatore che prima della Giostra illustra il corteo agli spettatori e poi chiama i cavalli alla partenza. Sarebbe come cancellare quel pathos e quella trepidante attesa della voce che dal 1955 rende noti – a tutti – gli esiti delle tornate con punteggio bersaglio e crono.

 

LA GIRANDOLA DEI CASTELLANI

 

Quintana non è solo Sestieri, ma anche Gruppo Comunale e Castelli. A proposito di questi ultimi, che si presentano con un numero massimo totale di 120 figuranti, i 14 Castellani che sfileranno alla Quintana di agosto non tutti sono gli stessi di luglio. A parte Montegallo, all’esordio, chi sfila in questo ruolo alla Quintana di agosto in alcuni casi non è la stessa persona che partecipa all’Offerta dei Ceri. Il Castellano dovrebbe essere interpretato dal sindaco (specialmente se si tratta di un Comune) come del resto avviene per il Comune di Ascoli dove il primo cittadino per un giorno diventa Magnifico Messere. Invece 6 Castelli su 14 all’Offerta dei Ceri presentano un Castellano diverso da quello che sfilerà alla Quintana: Arquata (Alfonso Lamberti all’Offerta dei Ceri e Sandro Onesi alla Quintana), Patrignone (Stefano Salvatori e Daniel Matricardi), Acquasanta (Lucio Ventura e Francesco Cardinali che ha sostituito Luigi Capriotti), Ripaberarda (Giuseppe Amatucci e Sergio Sisti), Comunanza (Christian Tiburzi e Luigi Contisciani), Monteprandone (Maurizio Caponi e Cristian Ficcadenti). Rispettosi del cerimoniale, anche se due soli sono sindaci: Porchia (Tiziano Lucidi), Roccafluvione (Stefano Giacomini), Montemonaco (Giovanni Giannini), Castorano (Graziano Fanesi), Venarotta (Gino Maria Petritola), Folignano (Giampaolo Morini), Monte San Pietrangeli (Orfeo Lucaccioni), Montegallo (Sante Capanna).




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X