Quantcast
facebook rss

Ascoli, Falasco avverte: «Conosco bene Tesser, contro il Modena dovremo stare attenti»

SERIE B - Prosegue al "Picchio Village" la preparazione in vista del match contro gli emiliani. Il terzino bianconero: «Botteghin mi deve una cena per l'assist. Sono contento per l'atteggiamento messo in campo a Benevento, dobbiamo ripartire da lì»
...

di Salvatore Mastropietro

 

Le polemiche che hanno fatto seguito ai due giorni post Benevento sembrano, per fortuna, definitivamente messe alle spalle nell’ambiente Ascoli. Al “Picchio Village” prosegue la preparazione della squadra bianconera agli ordini di mister Bucchi in vista dell’importante sfida casalinga contro il Modena, in programma sabato alle ore 14. Dopo qualche segnale positivo arrivato dalla sfida del “Vigorito”, al “Del Duca” servirà confermarsi e, soprattutto, fare di tutto per portare a casa quei tre punti che mancano ormai dal 27 agosto, quando Gondo e compagni espugnarono il “Barbera” di Palermo.

 

Bucchi al “Picchio Village” (foto Ascoli Calcio)

Mister Bucchi ha impegnato i suoi in un allenamento mattutino, organizzato in attivazione coordinativa, circuito di forza, lavoro tattico e partita a pressione. Domani è in programma una nuova sessione di lavoro alle ore 11 al “Picchio Village”.

 

A margine della seduta odierna, Nicola Falasco ha parlato ai microfoni del club nel giorno del suo 29esimo compleanno. Il laterale sinistro, autore dell’assist per il gol di Botteghin, ha commentato la prestazione del gruppo sul campo del Benevento e ha fatto il punto sulle proprie condizioni fisiche: «L’unico errore commesso a Benevento è stato quello di non aver fatto il secondo gol, ma siamo stati bravi perché siamo rimasti in partita anche dopo il pari avversario. Ci prendiamo questo punto. Si respira un’aria veramente bella, sono contento soprattutto per l’atteggiamento che abbiamo ritrovato, è quello serve a questa squadra. Personalmente sto bene, col Perugia ho subìto una botta forte che mi aveva provocato un edema importante sul muscolo e avevo saltato la partita di Parma. Ho parlato con Eric e forse qualche cena me la paga visto che non è la prima volta che gli faccio un assist, speriamo ce ne siano altri».

Falasco (foto Ascoli Calcio)

A Benevento è stato schierato più alto nel nuovo 3-5-2: «E’ un ruolo che avevo ricoperto in passato e che mi piace molto perché sono più vicino alla porta, il mister vuole che quando Falzerano fa il cross io entri dentro l’area. Poi chiaramente ci ha chiesto di fare più cross possibili».

I bianconeri dovranno confermarsi sabato contro un Modena, guidato dall’ex di turno Attilio Tesser, galvanizzato dal successo sulla capolista Reggina e in cerca dei primi punti fuori casa: «Dobbiamo lavorare molto bene questa settimana, conosco le squadre di Tesser e tanti giocatori avversari, sarà una partita molto ostica, dobbiamo stare attenti, ma giochiamo in casa e dobbiamo ripartire da quanto fatto di buono a Benevento, cercando di portare via i tre punti. Conosco bene Tesser, l’ho avuto a Pordenone, dobbiamo stare attenti perché il Modena è una squadra composta da ottimi calciatori, soprattutto davanti, con Diaw, Facinelli e Tremolada; ho giocato con tutti e tre, è gente di categoria, esperta, Falcinelli ha salvato il Crotone in Serie A. Dobbiamo prepararla bene e arrivare più pronti possibile».

 

 

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X