Quantcast
facebook rss

Samb, così proprio non va: necessaria una svolta tecnica e caratteriale

SERIE D - Ancora una sconfitta al "Riviera delle Palme" dove i rossoblù hanno totalizzato un pareggio e tre sconfitte. Oltre ai limiti tecnici della squadra costruita dal diesse Cozzella e diretta oggi da Prosperi anche problemi a livello caratteriale. E domenica prossima la stracittadina con il Porto d'Ascoli
...

 

di Benedetto Marinangeli

 

«L’è tutto sbagliato, l’è tutto da rifare». Così era solito dire il grande Gino Bartali quando le cose non gli andavano per il verso giusto nelle gare di ciclismo che lo vedevano impegnato. Parole che si possono tranquillamente adattare al momento che si sta vivendo in casa Samb., soprattutto per quanto riguarda i match casalinghi. I rossoblù infatti hanno rimediato tre sconfitte, pareggiando solo con il Notaresco, mettendo a segno una sola rete e subendone addirittura sette. Una vera e propria maledizione del Riviera delle Palme.

 

Chinellato è out (foto Sambenedettese Calcio)

Ma la spiegazione di questo cammino oltremodo negativo è semplice. La Samb non ha gioco. Purtroppo era così nella gestione Alfonsi è lo è ancora oggi con quella di Fabio Prosperi. Il tecnico abruzzese, poi, persevera ad adottare il suo 3-4-3, modulo che richiede calciatori con determinate caratteristiche, cosa che il club rossoblù non ha. E qui la responsabilità di queste scelte, dai calciatori al nuovo tencico, va al diesse Vittorio Cozzella. E’ lui che ha costruito la squadra seguendo determinate indicazioni.

 

Cozzella è stato di nuovo contestato dalla tifoseria rossoblù ed è nell’occhio del ciclone. Certo, sono arrivati in rossoblù elementi di categoria superiore ma che ad oggi non hanno fatto la differenza in campo. Allo stesso tempo, però, si può obiettare anche sulla scelta degli under che sembrano alla luce del confronto con i pari età delle altre squadre, di una qualità tecnica nettamente inferiore.

 

Insomma a San Benedetto si sta girando lo stesso film visto nella passata stagione. Ma allora la squadra fu fatta in quattro e quattr’otto con quello che passava il convento. Oggi invece è stata praticamente smantellata la formazione dello scorso anno con solo quattro riconferme. Ed è forse qui l’errore più grande commesso dalla dirigenza rossoblù.

 

Comunque oggi, non c’è la Recanatese che nella passata stagione prese subito il largo facendo il vuoto con le altre dirette concorrenti alla promozione. La Samb era staccatissima ma oggi la situazione è diversa. Nonostante i soli dieci punti totalizzati, Lulli e compagni sono a sei lunghezze dalla vetta. Ma ne hanno anche due di vantaggio sulla zona play out ed in questo momento guardarsi alle spalle non sarebbe, poi, così sbagliato.

 

Ma quello che preoccupa maggiormente non è il lato squisitamente tecnico che si supera solo con il lavoro, ma quello psicologico. Questa è una Samb senza nerbo, senza grinta, senza spirito di sacrificio. Una squadra che si affloscia e scompare alla prima difficoltà ma che denota anche problemi dal punto di vista fisico.

 

Se in trasferta i rossoblù hanno totalizzato tre successi, lo devono al fatto che non avendo una identità di gioco e non sapendolo imporre all’avversario, si chiudono nella propria trequarti agendo di rimessa. Ma bisogna anche considerare che i nove punti totalizzati, li hanno conquistati con formazioni ad oggi di bassa classifica e cioè Chieti, Montegiorgio e Tolentino. Tutte e tre sotto la Samb in graduatoria.

 

E domenica prossima ecco la stracittadina con il Porto d’Ascoli sempre al Riviera delle Palme. Orange feriti dalla sconfitta di Senigallia che vogliono ripetere l’impresa dello scorso anno quando si imposero nella gara di andata con un netto 2-0. E la Samb li affronterà con un grosso problema in attacco. Cardella sarà di nuovo squalificato, Chinellato è fuori gioco per un malanno muscolare e Vita non è al cento per cento. Insomma piove sul bagnato in casa rossoblù.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X