Quantcast
facebook rss

Il patron Serafino rassicura
la tifoseria sulla solidità
economica della Samb

SERIE C - Nei prossimi giorni tornerà a parlare "per chiarire alcune situazioni che si sono create e che hanno suscitato preoccupazioni infondate". Intanto chiede a tutti di "stringersi intorno alla squadra e al club". Rossoblù di nuovo in campo martedì a Perugia contro la seconda in classifica. Maxi Lopez e compagni devono iniziare a guardarsi alle spalle
...

di Benedetto Marinangeli

Otto reti in due partite, due punti nelle ultime sei (uno su quattro incontri dal ritorno di Montero sulla panchina rossoblù), contestazione ai calciatori, stipendi pagati sì, stipendi pagati no, penalizzazione sì, penalizzazione no. Il mondo Samb è in ebollizione e prossimo ad implodere. Insomma la situazione che si sta vivendo non è delle migliori.

Il patron Serafino

Voci negative sul futuro del club girano a iosa ma ad oggi mancano certezze. L’unica è che Maxi Lopez e compagni sono sempre più dentro il tunnel della crisi. Per questo motivo è necessario un intervento del presidente Domenico Serafino che oggi, domenica 28 febbraio, ha fatto diramare dall’ufficio stampa una nota che riportiamo integralmente.

“Il presidente Domenico Serafino rassicurando tutto il popolo Rossoblù della solidità economica societaria, comunica che nei prossimi giorni tornerà a parlare per chiarire alcune situazioni che si sono create e che hanno suscitato preoccupazioni infondate. Il presidente, nonostante il momento economico e sociale che attraversa il nostro Paese e che ha fagocitato tutto il movimento calcistico, ha investito energie finanziarie e personali per far crescere la realtà della Samb e di certo, consapevole delle difficoltà derivanti dai risultati sportivi, chiede a tutti di stringersi intorno alla squadra e al club”.

Con Montero

Insomma Serafino ha compiuto il primo passo per arrivare alla chiarezza richiesta dalla tifoseria che non vuole tornare a vivere i momenti nefasti delle penalizzazioni e dei fallimenti. Il patron rossoblù, fortemente deluso per gli ultimi risultati, però ha il compito preciso di rasserenare tutto l’ambiente spiegando per filo e per segno quello che sta accadendo in casa Samb. Di certo le voci che girano non sono delle più rassicuranti con gli stipendi di novembre e dicembre che non sarebbero stati pagati entro il 16 febbraio. Se fosse così la Samb rischierebbe una penalizzazione di due punti in classifica.

Ecco quindi che Serafino ha il dovere di spiegare tutto. Sicuramente la pandemia non ha dato una mano alla proprietà che non può contare sulla quota abbonamenti e spettatori paganti e neppure di un maggiore introito a livello di sponsorizzazioni nonostante che l’ufficio marketing sia riuscito in una situazione del genere a compiere un vero e proprio miracolo.

Ed in questo bailamme, ecco la squadra ormai in piena crisi di nervi. Una situazione che rischia di compromettersi ulteriormente se si considera che martedì i rossoblù saranno di nuovo in campo a Perugia contro la seconda forza del girone in compagnia del Sud Tirol. Un’altra gara dal pronostico scontato se si considerano le ultime prestazioni dei rossoblù.

A questo punto Maxi Lopez e compagni, nonostante l’attuale nono posto in classifica, devono anche iniziare a guardarsi alle spalle per evitare un tracollo che potrebbe portarli anche a dovere lottare per la permanenza in Serie C. La zona play out è a tredici lunghezze con il Fano ad oggi sedicesimo.

Se consideriamo le ultime prestazioni, c’è il serio rischio che la Samb possa anche sprofondare e quindi necessario ricompattare tutto l’ambiente e soprattutto lo spogliatoio mettendo a tacere tutte le voci e le polemiche. Compito che spetta solo ed unicamente al presidente Domenico Serafino. Ed il primo passo è stato compiuto.

Serie C: Perugia e Alto Adige puntano il Padova




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X