facebook rss

Samb: note positive
dal pareggio di Perugia,
ma domenica deve battere l’Arezzo

SERIE C - La formazione rossoblù risorge dalle sue ceneri nella gara più difficile della stagione. Ottima la reazione caratteriale della squadra con Montero che non ha sbagliato una mossa. Nei prossimi giorni video messaggio del presidente Serafino che farà chiarezza sulla questione stipendi

di Benedetto Marinangeli

La Samb, come l’Araba Fenice, risorge dalle proprie ceneri e lo fa nella partita che ne poteva determinare la completa fine. Ed invece i rossoblù escono dal “Curi” di Perugia con un punto importantissimo che ridà consapevolezza e stimoli ad una squadra che nelle ultime giornate era entrata in una profonda crisi tecnica e soprattutto psicologica.

Abbraccio Samb a Perugia

Le note positive sono tante, soprattutto per quanto riguarda il lato caratteriale. La squadra non ha mai mollato nei momenti di difficoltà evidenziando una unità di intenti che da un po’ di tempo non si vedeva. E l’abbraccio finale di gruppo ne è stata la dimostrazione eloquente.

Anche sotto il profilo tecnico Montero non ha sbagliato una mossa. Archiviati i tre centrali, il tecnico rossoblù è tornato alla difesa a quattro ad un collaudato e coperto 4-4-2. Nei momenti di difficoltà è questo il modulo che dà le maggiori garanzie. Certo, lo spettacolo ne risente ma la squadra è più compatta, più corta e lascia meno spazi agli avversari.

Montero ha lasciato in panchina D’Ambrosio in evidente difficoltà nelle ultime gare e contestato dalla tifoseria per dare spazio a Cristini e Di Pasquale al centro. Precisa e puntuale la prestazione di Lombardo autore del gol del pari con Enrici leggermente in difficoltà a sinistra ma il ragazzo si farà. Una piacevole conferma, invece, per il giovane Fusco che in una gara da fare tremare i polsi anche ad un portiere esperto si è disimpegnato alla grande.

Maxi Lopez è rientrato

Chi ne ha risentito più di tutti a livello positivo del cambio di modulo è stato Liporace. Avanzato sulla linea mediana il laterale argentino ha, finalmente, fatto vedere cose egregie. Attento in copertura ma anche propositivo in avanti.

Certo, il 4-4-2 limita Ruben Botta che deve fare coppia con Lescano in avanti e che quindi si trova ingabbiato tra i difensori avversari, ma il numero dieci rossoblù rappresenta sempre una mina vagante per le retroguardie avversarie. Importanti sono stati anche i minuti disputati da Maxi Lopez che con la sua esperienza ha indotto il Perugia anche a raddoppiargli la marcatura con Botta che ne ha giovato. Insomma è una Samb che ha convinto ma che ora è chiamata alla vittoria contro l’Arezzo.

Serafino

A breve, poi, ci saranno le dichiarazioni del patron Serafino che sgombrerà definitivamente il campo  sulle voci relative al mancato pagamento delle mensilità di novembre e dicembre. Il presidente rossoblù sta preparando un video messaggio proprio in tal senso in cui esporrà tutto ciò che è accaduto in queste ultime settimane.

E a questo punto diventa importante ai fini della classifica la prossima gara interna contro l’Arezzo oggi fermato sul pari interno per 1-1 dal Mantova. Per Maxi Lopexz e compagni sarà fondamentale tornare alla vittoria al “Riviera delle Palme”. I tre punti, infatti mancano dalla gara interna con il Carpi. Da lì in poi, dopo il successo di Gubbio, i rossoblù hanno totalizzato quattro sconfitte e tre pareggi. E la Samb vista a Perugia ha nelle sue corde la possibilità di invertire finalmente la rotta.

Alla luce dei risultati di oggi, la Samb scivola in decima posizione sorpassata dal Matelica che, a parità di punti, vanta il vantaggio dello scontro diretto dopo la vittoria al Riviera. La formazione di Colavitto questo pomeriggio si è imposta per 1-0 a Ravenna.

Sconfitto il Fano (3-0 il punteggio) dal Sud Tirol, mentre la Fermana ha superato al Recchioni per 2-1 il Cesena. Successo interno per 2-0 della Vis Pesaro sulla Feralpisalò. Larga vittoria del Modena sull’Imolese per 3-1 mentre finiscono in parità Legnago-Carpi (0-0) e Triestina-Gubbio (0-0). Alle 20.30 è in programma Virtus Verona-Padova.

Serie C: marchigiane versione superstar




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X