facebook rss

Ascoli, non solo il diesse:
giorni caldi
anche sul fronte rinnovi

SERIE B - Pulcinelli al lavoro per il successore di Polito. Nella lista dei papabili nuovi ds si aggiunge il nome dell'ex Chievo Nember. Nulla si muove per le situazioni dei calciatori con contratto in scadenza: Brosco nel mirino di tre club di B, anche Pucino può fare al caso di alcune squadre

di Salvatore Mastropietro

Pulcinelli e Sottil al termine dell’incontro tenutosi sabato a Roma

Dopo la conferma di Andrea Sottil, all’Ascoli manca il secondo pilastro necessario per cominciare a programmare il prossimo campionato dal punto di vista tecnico: il direttore sportivo. La separazione con Ciro Polito, ufficializzata nella giornata di domenica, è già alle spalle ed adesso tutte le attenzioni della società sono focalizzate sulla ricerca del suo successore. Sono almeno cinque o sei i profili valutati dal patron Pulcinelli e dal direttore generale Piero Ducci, ma per il momento nessuno di questi sembra essere balzato in pole. Alla lista si è aggiunto nelle ultime ore anche il nome di Luca Nember, ex Chievo attenzionato già un anno fa come sostituto di Antonio Tesoro.

Brosco e Pucino

Chiunque occuperà la poltrona da nuovo direttore sportivo dell’Ascoli troverà subito sul proprio tavolo una serie di dossier da risolvere. Su tutti, il più urgente è senz’altro quello relativo alla questione dei rinnovi di contratto. Tranne il prolungamento annuale del rapporto professionale con Marcel Buchel, sono ancora aperte le situazioni di Riccardo Brosco e Raffaele Pucino. L’ormai ex ds Ciro Polito aveva in programma di incontrare i calciatori per i primi di giugno, ma come evidente i piani sono al momento cambiati.

Non sono da registrare in questo senso passi in avanti e non sembra un buon segno. Per quanto riguarda Brosco la volontà della società di rinnovare il suo contratto c’è tutta, ma il difensore romano – dopo tre stagioni ad alto rendimento – si sta guardando attorno. Sono diversi i club di B ad aver posato gli occhi su di lui, su tutti Vicenza, Pisa e più defilato il Crotone. In C, invece, c’è da registrare il timido interesse del Bari, ma difficilmente il calciatore accetterà di scendere di categoria. I prossimi giorni saranno decisivi per il suo futuro, ma è chiaro che per restare occorreranno garanzie. Diversa la situazione relativa a Pucino. Anche su di lui ci sono almeno un paio di club di B interessati, ma per ora tutto rimane in stand-by sotto tutti i punti di vista.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X