Quantcast
facebook rss

Samb, la sconfitta di Vasto
spegne i sogni di gloria:
primo obiettivo la zona salvezza

SERIE D - Per i rossoblù solo un punto nelle quattro gare disputate lontano dal "Riviera": a Nereto e per di più all’ultimo minuto su calcio piazzato. E' piena zona playout, con 7 punti, a cinque lunghezze dalla zona salvezza
...

 

di Benedetto Marinangeli

 

Doveva essere la partita del trampolino di lancio verso le posizioni di vertice del girone. Ed invece per la Samb la trasferta di Vasto è stata l’ennesima debacle. Una sconfitta pesante, difficile da digerire con una squadra che dopo la traversa di Svarups non ha più giocato lasciando campo e spazio ad una Vastese non certo trascendentale. Alla fine, per quello che si è visto nell’arco dei novanta minuti il successo abruzzese non fa una grinza. Anche Mauro Antonioli in cuor suo pensava che la squadra rispondesse meglio dopo la vittoria sul Castelfidardo.

Una fase di Vastese-Samb

Ed invece grande è stata la delusione del tecnico che dovrà lavorare ancora molto. Non tanto sul piano tattico ma soprattutto sulla mentalità. In serie D i valori tecnici in campo si livellano con l’agonismo, lo spirito di corpo e la corsa. La Samb, invece, va avanti con la prosopopea di essere una grande squadra e costantemente in trasferta prende sui denti. Nelle quattro gare disputate lontano dal Riviera delle Palme, i rossoblù hanno conquistato solo un punto. A Nereto e per di più all’ultimo minuto su calcio piazzato. Pareggio che costò la panchina a Massimo Donati.

Senza dimenticare poi gli svarioni difensivi che si ripetono ogni domenica e che poi alla fine costano caro. A Vasto Alonzi è stato lasciato solo in piena area. Varga e Zgrablic se lo sono dimenticato, Alboni è scivolato e il giovane attaccante abruzzese ha avuto tutto il tempo per controllare con il petto il pallone e battere Knoflach.

Dopo l’ennesimo stop pensare ad un aggancio alle posizioni di vertice è fuori luogo. Neppure il più inguaribile ottimista può pensare che la Samb possa recuperare quattordici punti dalla capolista Fiuggi. Ad oggi, il primo ed unico obiettivo è quello di tirarsi fuori dalla zona retrocessione il più presto possibile.

La classifica parla chiaro. I rossoblù sono in piena zona play out con sette punti a cinque lunghezza dalla zona salvezza. E domenica al Riviera arriva il Chieti che li sopravanza di una sola lunghezza. Un vero e proprio scontro diretto. Intanto mercoledì la Samb tornerà in campo con il Notaresc0o per il secondo turno della Coppa Italia.

Antonioli darà spazio a chi ha pochi minuti nelle gambe ed anche per valutare possibili soluzioni tattiche da adottare in futuro. Il fischio d’inizio del match è fissato alle ore 18.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X