Quantcast
facebook rss

Samb, Alfonsi: «Le pressioni
sono grandi, ma voglio
seguire il cammino di Palladini»

SERIE D - Il neo tecnico rossoblù: «Con il presidente abbiamo trovato una convergenza su tutto. Anche lui conosceva bene i problemi della squadra, è venuto incontro alle nostre richieste». Per la difesa si sta per chiudere con Luka Tomas dell'Atletico Fiuggi, per l'attacco spuntano Maio del Notaresco e El Ouazni del Matese
...

 

di Benedetto Marinangeli 

 

«Ho avuto questa fortuna e proverà a sfruttarla. Ma non per me, ma per la piazza e per la città».

Testo e musica di Sante Alfonsi, tecnico della Samb insieme a Stefano Visi.

Alfonsi e Visi

 

«Ho accettato serenamente l’incarico, la passione c’è ed è grande -aggiunge-. In tantissimi vorrebbero allenare la Samb. Proverò a fare bene. Le pressioni ci sono e sono grandi ma voglio seguire il cammino di Ottavio Palladini che ce l’ha fatta come sambenedettese a togliersi delle soddisfazioni in rossoblù. Ciò che conta è che la squadra prosegua nel suo percorso di crescita».

E l’obiettivo primario è quello di portare la Samb alla salvezza. «È sbagliato pensare in grande -è l’analisi realista di Alfonsi-. Anche perché stiamo lottando per la permanenza in serie D. Come dicono gli allenatori più esperti dobbiamo giocare di partita in partita con il piglio giusto e per vincere. Da settembre abbiamo giocato un match ogni quattro giorni. Ed ora in questa sosta l’obiettivo principale è quello di mettere tutti a posto a livello fisico. Dobbiamo lavorare con serenità e tranquillità ed alla fine anche i risultati arriveranno».

La squadra si allena peri prossimi impegni

Alfonsi con la mente torna al 24 dicembre, giorno dell’ investitura ufficiale insieme a Stefano Visi ed al primo colloquio con il presidente Roberto Renzi. «È stato un incontro cordiale -dice- la prima vera chiacchierata. Con il presidente abbiamo trovato un a convergenza su tutto, venendo incontro alle nostra richieste. Anche lui conosceva bene i problemi della Samb, ci è venuto incontro su tutte le nostre richieste. Un confronto costruttivo per tutti».

Alfonsi analizza così il momento della Samb. «Sono stati bravi i ragazzi. Da parte nostra abbiamo fatto qualche chiacchierata in più, maggiore serenità ma sono stati loro  ad avere la scossa per uscire fuori da questa brutta situazione. Il modulo tattico? Il 4-3-3 è andato bene con il Tolentino ma contro l’ Aurora Alto Casertano, qualcosina abbiamo cambiato. Insieme a Stefano adatteremo lo schema tattico ai giocatori che abbiamo. Ma credo che potremo anche continuare con  il 4-3-3».

Ed infine il mercato. Quello dei dilettanti terminerà a fine mese mentre il 3 gennaio riaprirà quello dei professionisti. «Al presidente Renzi -è sempre Alfonsi che parla- non abbiamo fatto alcuna richiesta specifica, ma lui sa bene dove sono le problematiche».

Ed il primo nuovo arrivo dovrebbe essere il difensore centrale. Nei giorni scorsi era spuntata la suggestione di un possibile ritorno di Diego Conson, attualmente al Siena in serie C. Ma ad oggi il principale obiettivo resta quello di Luka Tomas del Tivoli. Operazione che potrebbe anche chiudersi nelle prossime ore. Sfuma invece l’arrivo  dell’ attaccante del Rieti Francesco Marcheggiani che non vorrebbe allontanarsi dal Lazio e potrebbe passare all’ Ositamare. La dirigenza rossoblù avrebbe spostato il tiro su Francesco Maio del Notaresco e Badir Eddin El Ouazni del Matese. Con l’arrivo di un altro attaccante è Carmine De Sena il più serio candidato a lasciare la Samb. E dovrebbero arrivare anche due, tre under.

E nel pomeriggio sono riprese gli allenamenti al Samba Village di Stella di Monsampolo del Tronto. Lavoro specifico sulla capacità aerobica, esercitazioni sul possesso palla e partitella finale. Domani è prevista una doppia seduta.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X