Quantcast
facebook rss

Ascoli, decisivi i calci dalla bandierina

SERIE B - La vittoria di misura, con due gol sugli sviluppi di calci piazzati, potrebbe dire il contrario, ma i tre punti sono arrivati con pieno merito. E i nuovi hanno già convinto
...

 

di Lino Manni

 

Alla fine, anche se il punteggio potrebbe dire il contrario, quella contro la Ternana per ‘Ascoli non è stata una vittoria sofferta. L’undici di mister Bucchi, davanti a 8.500 spettatori, ha vinto con pieno merito con un primo tempo spumeggiante fatto di fraseggi a cento all’ora e una ripresa più controllata. I due gol sono arrivati dalla bandierina del calcio d’angolo. Due colpi di testa imperiosi: il primo di Botteghin dedicato alla moglie in dolce attesa, il secondo di Collocolo. L’ivoriano Gondo, fisico da granatiere e velocità alla Usain Bolt, da solo ha impegnato la retroguardia della Ternana. Sulle fasce due frecce, LungoYi e Bidaoui, sempre pronti a creare pericoli. Non ancora al cento per cento Bidaoui, ma siamo certi che alla distanza sarà lui a fare la differenza. I due esterni difensivi Donati e Giordano hanno confermato quello che avevano fatto vedere in precampionato e Coppa. Le “fere” ferite nella ripresa hanno avuto una reazione d’orgoglio, anche per evitare di restare senza maglie dato che il loro presidente la scorsa stagione bruciò le casacche dopo la pesante sconfitta al “Liberati”. Un gol gli umbri l’hanno trovato e, con quello, riaperto la partita, grazie all’ex Favilli.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X