Quantcast
facebook rss

Samb-Notaresco 1-1: non basta il gol di Cardella, i rossoblù non sanno più vincere al “Riviera”

SERIE D - Nel turno infrasettimanale la squadra di Alfonsi sotto dopo cinque minuti, poi rimedia subito il centravanti. La "fossa dei leoni" resta tabù dopo l'eliminazione in Coppa Italia e il ho con il Cintyalabalonga
...

 

di Benedetto Marinangeli

 

La Samb no sa più vincere al Riviera delle Palme. Dopo l’eliminazione in Coppa Italia e la sconfitta con il Cynthialbalonga, i rossoblù non vanno oltre l’1-1 contro l’ottimo Notaresco nel turno infrasettimanale. D’altro canto il giovane Notaresco dell’ ex Tiziano De Patre ha disputato la sua onesta partita. Disposto con un accorto 3-5-2 ha chiuso bene ogni varco, rischiando solo sulle iniziative dei singoli della Samb. L’obiettivo era quello di impedire alla Samb di costruire palloni giocabili per Cardella e Chinellato. E gli abruzzesi sono riusciti nel loro intento.

Samb con cinque under in campo. Conferma per Berti tra i pali. Con Bianchino out e Zaffagnini in panchina è Mauthe a fare coppia con Migliorini al centro della difesa con sugli esterni Murati e Viscardi. Conferma per Umile a ridosso del tandem offensivo Cardella-Chinellato per il canonico 4-3-1-2.

Al 5’ il Notaresco passa in vantaggio. Aziona nata dal primo corner dell’incontro con la difesa rossoblù disattenta nel disimpegno con Migliorini che si fa scavalcare dal pallone e Cantarini solo soletto in area di destro batte Berti. La risposta della Samb è affidata a Cardella la cui conclusione viene ribattuta col corpo da Scognamiglio.

Ed è proprio il numero sette rossoblù a realizzare al 17’ la rete del pareggio. Traversone dalla sinistra di Viscardi con Cardella che di testa inventa la parabola vincente con il pallone che si spegne all’incrocio dei pali dove Shiba non può arrivare.

Al 26’ brivido per la Samb. Punizione di Gelsi deviata di testa da Cardella con il pallone che passa di poco alto sulla traversa della porta difesa da Berti. Ci prova anche Manari ma senza esito. Samb che ha difficoltà ad aggirare l’attenta retroguardia ospite e che si intestardisce a portare palla centralmente senza sfruttare le corsie esterne.

E’ sempre il Notaresco ad essere più pericoloso negli ultimi sedici metri. E lo fa al 34’ con un colpo di testa di Pulsoni di poco alto sulla traversa dopo un corner di Manari. Si va al riposo sul punteggio di 1-1. Ad inizio ripresa c’è Angiulli per Lulli che ha accusato un problemino muscolare. Ed al 3’ è Cardella su calcio di punizione ad impegnare severamente Shiba nella respinta. Ci prova anche Proia di testa con il portiere abruzzese che blocca il pallone.

Il Notaresco comunque non si arrocca in difesa ma è agile e veloce nelle ripartenze. Alfonsi si gioca al 14’ le carte Emili per Umile e Vita al posto di Chinellato per avere maggiore incisività in fase offensiva. La Samb prende campo con il Notaresco chiuso nella propria trequarti. Al 26’ conclusione dalla lunga distanza di Tassi bloccata in due tempi da Shiba. Lo emula poco dopo Proia con il pallone abbondantemente sul fondo. Ancora Shiba alla mezzora si oppone al sinistro di Cardella. L’estremo difensore abruzzese è fenomenale al 33’ sul colpo di testa di Cardella su calibrato cross di Vita. La Samb preme sull’acceleratore ma non sfonda con il Riviera che resta ancora un tabù per l’undici di Sante Alfonsi.

 

SAMB (4-3-1-2): Berti 6; Murati 6, Migliorini 5,5, Mauthe 6, Viscardi 6,5 (45’ st Luccarini sv); Lulli 6 (1’ st Angiulli 6), Tassi 6 (27’st Feliz Rabacal 6), Proia 6; Umile 5 (14’ st Emili 5); Chinellato 5 (14’ st Vita 6), Cardella 7. A disposizione: Guerrieri, Zaffagnini, Marras, Scarponi. Allenatore: Alfonsi 6

 

NOTARESCO (3-5-2): Shiba 7; Cantarini 7, Scognamiglio 6,5, Pulsoni 6 (22’ st De Caro 6); Sadaj 6, Gelsi 6,5 (45’ st Bartoli sv ), Bruno 6,5, Sarli 6 (17’ st Blando 6), Badan 6; Manari 6 (32’ st Grauberg sv) , Babaj 6 (38’ st Campestre sv). A disp. D’Ambrosio, Scipioni, Koha, Forcini. Allenatore: De Patre (squalificato, in panchina Di Vico)

 

Arbitro: Dini di Città di Castello 6 (assistenti Romagnoli e Messina)

 

Reti: 5’ pt Cantarini (N), 17’pt Cardella (S)

 

Note: spettatori 1.500 circa di cui 800 abbonati. Ammoniti Grauberg (N), Proia (S) e Bruno (N). Angoli 7-4 per il Notaresco. Recupero 1’+5′




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X