Quantcast
facebook rss

Riparte il campionato di Serie D, la Samb riaccende i motori con il Montegiorgio

SERIE D - Mister Alfonsi dice di «ripartire dalla gara di Avezzano con tanta grinta e determinazione» ma deve fare i conti con una infermeria ancora piena. Si ferma pure Feliz Rabacal, mentre Lulli andrà in panchina per riassaporare il clima partita
...

 

di Benedetto Marinangeli

 

Pronti, via. La Samb riparte nel girone di ritorno ospitando il Montegiorgio domani, domenica 8 gennaio, con fischio d’inizio alle 14,30. Dopo un’andata deludente chiusa a 19 punti dalla capolista Pineto, ecco che i rossoblù sono chiamati ad una inversione di rotta. Ma l’avversario che andranno ad affrontare non è dei più malleabili. Con l’arrivo di Gabriele Baldassarri in panchina, infatti, il Montegiorgio, pur essendo ancora in zona playout, ha riacquisito una certa solidità difensiva. Una squadra che chiude bene ogni varco per poi provare a colpire con le ripartenze.

 

Sante Alfonsi (foto Sambenedettese Calcio)

«Senza dimenticare – dice il tecnico rossoblù Sante Alfonsi – l’attaccante Albanesi che contro di noi ci mette sempre in difficoltà. Dovremo essere bravi e ripartire dalla vittoria di Avezzano. In terra marsicana oltre a disputare una buonissima partita, abbiamo anche portato a casa i tre punti. In campo bisognerà mettere lo spirito giusto, lottando su ogni pallone. Ciò che ci chiedono i nostri tifosi ed iniziando subito alla grande questo girone di ritorno davanti ai nostri tifosi».

 

Ed è proprio tra le mura amiche che la Samb deve migliorare il suo rendimento che nella prima parte di stagione è stato estremamente deludente ed ha condizionato il cammino dei rossoblù. «Il Riviera delle Palme – è sempre Alfonsi che parla – deve essere il nostro punto di forza e non una cosa che ci fa paura. Dobbiamo toglierci dalla testa questi pensieri negativi e giocare con la massima attenzione. Solo in questo modo vinceremo sia in casa che in trasferta».

 

Lulli c’è ma parte dalla panchina (foto Sambenedettese Calcio)

Alfonsi contro il Montegiorgio deve fare ancora i conti con l’infermeria piena. Chinellato sta recuperando, Migliorini è influenzato, Alboni si sta riatletizzando, Mauthe è fermo ai box, mentre Lulli andrà in panchina «per fargli riassaporare – prosegue Alfonsi – l’aria dello spogliatoio e del campo”. In dubbio anche l’under Feliz Rabacal che nell’allenamento di ieri ha preso una botta alla gamba e che quindi rischia di saltare il match con il club fermano. Ma Alfonsi è chiaro e determinato: «Chi scenderà in campo darà il massimo per vincere».

 

Con il Montegiorgio inizia per la Samb un cliclo di cinque gare che la porteranno alla trasferta di Pineto. Gare alla portata dei rossoblù. Domenica prossima ecco la trasferta di Genzano contro il Cynthialbalonga, poi al Riviera ecco il Chieti, poi a Notaresco, quindi il match interno con la Nuova Florida. Insomma un calendario abbordabile che potrebbe permettere alla Samb di risalire la china e di presentarsi a Pineto sulle ali dell’entusiasmo.

 

Ma il primo passo da compiere da parte di Conson e compagni è quello di battere il Montegiorgio. L’undici fermano vanta tre lunghezze di distacco dalla Samb e non verrà al Riviera a vestire i panni dell’agnello da sacrificare. Anzi, farà di tutto per mettere in difficoltà i rossoblù. Un avversario da prendere con le dovute molle. Samb-Montegiorgio sarà diretta da Gianluca Catanzaro di Catanzaro, assistenti Ferhati e Toschi.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X