Quantcast
facebook rss

Covid, tamponi a domicilio
per studenti e anziani di Offida

EMERGENZA CORONAVIRUS - L'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Massa sta anche elaborando misure socio-economiche per aiutare le famiglie in difficoltà a causa delle restrizioni. «Dobbiamo essere uniti in questi momenti ed essere vicini ai più fragili». Il test molecolare sarà prenotato dai medici di famiglia
...

 

Arriverà un pacchetto di aiuti per le famiglie che ad Offida sono in difficoltà per via del Covid. L’Amministrazione comunale offidana è al

Studenti dell’Isc di Offida

al lavoro per elaborare nuove misure socio-economiche che saranno messe in campo nei prossimi giorni.
«Stiamo vivendo un momento complicatissimo – commenta il sindaco Luigi Massacon limitazioni che coinvolgono tutti ma in particolare le attività di somministrazione, per cui il Governo ha assicurato celerità nell’erogazione delle misure del Decreto Ristoro Serve l’impegno di tutti».
Il pacchetto di aiuti previsto dal Comune si unisce alla serie di misure attuate dall’ente nelle ultime settimane.
La prima, lo ricordiamo, riguarda la dotazione di ogni classe di un sanificatore dell’aria. Si tratta di un apparecchio che, grazie a un prodotto innocuo e con una tecnologia a nebbia secca, sanificherà costantemente gli ambienti scolastici.

Inoltre, l’Amministrazione comunale metterà a disposizione, con la collaborazione di un laboratorio certificato, un servizio domiciliare di esecuzione tamponi molecolari totalmente gratuito per i ragazzi in età scolare e per gli ultra sessantacinquenni.
«I concittadini in queste fasce di età – spiega Massain caso dovessero effettuare un tampone, su disposizione dei medici di medicina generale, non dovranno spostarsi e nessuno dovrà accompagnarli.

Sia gli anziani che bambini e ragazzi in età scolare lo effettueranno nella propria abitazione.

Forniremo ai nostri medici di famiglia un numero dedicato per prenotare il test e saranno loro a informare i pazienti sulla modalità dell’appuntamento domiciliare con gli operatori sanitari. Dobbiamo essere uniti in questi momenti ed essere vicini ai più fragili anche con misure di particolare attenzione».



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X