Quantcast
facebook rss

Ascoli, i 3.648 abbonati portano al settimo posto nei 26 campionati di Serie B

CALCIO - Sebbene distante dall'obiettivo del patron Pulcinelli, c'è stata comunque una buona risposta del popolo bianconero. Il primato dal ritorno in cadetteria risale al 2019-2020 (4.197), mentre quello assoluto è del 1977-1978. Partita ieri la prevendita dei biglietti per il match di sabato con la Spal, che sarà arbitrato dal piemontese Gariglio
...

I numeri degli abbonati nei 26 campionati di Serie B dell’Ascoli

 

di Salvatore Mastropietro

 

Sono 3.648 i tifosi che hanno deciso di aderire alla campagna abbonamenti “Scorre nel Sangue” lanciata dall’Ascoli a luglio per la stagione 2022-2023. Il dato, ufficializzato domenica sera allo scoccare del calcio d’inizio contro la Ternana (termine ultimo per sottoscrivere le tessere annuali), testimonia l’ennesima buona risposta del popolo bianconero, seppur abbastanza distante dall’obiettivo piuttosto ambizioso dichiarato dal patron Massimo Pulcinelli nel corso della conferenza di presentazione della campagna: «Mi aspetto almeno 5.000 abbonamenti», aveva dichiarato. Un numero maggiore, forse, si sarebbe potuto raggiungere con una proroga di qualche giorno, ma la società ha scelto di confermare la decisione – già comunicata con largo anticipo – di non effettuare un prolungamento del tempo utile per la sottoscrizione.

 

La Curva Nord durante Ascoli-Ternana (foto Ascoli Calcio)

Ai numerosi appelli del patron e alla scelta societaria di rendere relativamente più sconvenienti i biglietti per le singole partite era seguita anche qualche polemica sulle varie pagine social di tifosi, ma poi come spesso accade ci ha pensato la realtà – con il successo contro la Ternana e gli oltre 8.500 presenti sugli spalti del “Del Duca” (di cui oltre 3.900 entrati con i tagliandi e non con gli abbonamenti) – a spegnere qualsiasi discussione. La speranza ora è di rivivere anche sabato sera contro la Spal un’atmosfera simile e le premesse ci sono tutte.

 

Il patron Pulcinelli

I 3.648 abbonati porteranno nelle casse della società un contributo lordo di circa 29.000 euro a partita per un totale di poco più di 550.000 euro nell’arco delle 19 partite casalinghe stagionali. Analizzando i dati delle passate stagioni del club bianconero nel campionato di Serie B – quella appena iniziata è la 26esima – è possibile riscontrare un numero maggiore di abbonati in sei occasioni. Il primato con 5.055 risale al 1977-1978, poi 4.651 abbonati nel 2007-2008 e 4.555 nel 2010-2011. Un ottimo traguardo venne raggiunto anche nel 2019-2020, seconda stagione dell’era Pulcinelli partita con l’exploit della prima parte della gestione Zanetti, con 4.197 abbonati. Davanti ai numeri di quest’anno ci sono, infine, i 3.860 del 2008-2009 e i 3.810 del 2015-2016 (primo anno in Serie B dopo il fallimento). Il record assoluto di abbonati risale al campionato di Serie A 1979-1980 quando furono sottoscritti ben 8.050 abbonamenti, grazie anche al contributo dato dall’acquisto in sede di calciomercato di Pietro Anastasi.

 

Ai tifosi che hanno aderito alla campagna abbonamenti di quest’anno è andato il grazie di Massimo Pulcinelli sui canali social della società: «Ringrazio tutti coloro che hanno deciso di starci vicino sottoscrivendo un abbonamento annuale! Un grazie speciale agli Ultras (tutti i vari gruppi) e a tutti i club dell’Ascoli Calcio delle varie zone». Biglietti o abbonamenti, comunque, contro la Ternana è apparso chiaro ancora una volta quanto importante sia il binomio squadra-tifosi per un club come il Picchio, che può fare dell’entusiasmo una delle sue armi principali.

 

L’arbitro Gariglio

ARBITROMatteo Gariglio di Pinerolo è il direttore di gara designato per dirigere Ascoli-Spal, gara valida per la seconda giornata del campionato di Serie B, in programma sabato 20 agosto 20,45. Gli assistenti sono Domenico Fontemurato della sezione di Roma 2 e Andrea Niedda di quella di Ozieri. Quarto Ufficiale Matteo Centi di Terni, al VAR Antonio Giua di Olbia, AVAR Damiano Margani di Latina.

 

Il fischietto piemontese ha incrociato l’Ascoli per tre volte nel corso della sua carriera. I precedenti, purtroppo, non sorridono al Picchio: un pareggio nel 2020-2021 (Ascoli-Entella 1-1) e due sconfitte nel 2021-2022 (Udinese Ascoli 3-1 di Coppa Italia e Monza-Ascoli 2-0 dello scorso aprile).

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X