Quantcast
facebook rss

Il Pd espelle i dissidenti,
nel mirino cinque
“Democratici per Canducci”

SAN BENEDETTO - Si tratta dei tesserati del Partito Democratico che alle ultime comunali hanno preferito schierarsi dalla parte del leader dei Verdi anziché sostenere la causa di Aurora Bottiglieri
...

Dopo il flop delle ultime lezioni amministrative per il Pd sambenedettese è arrivato il momento della resa dei conti.

Claudio Benigni

Ermanno Consorti, Sabrina Gregori, Alessandro Marini, Catia Nucci e Fabrizio Oddi, tesserati sparsi tra i diversi Circoli della Riviera, sono stati convocati dalla commissione provinciale di garanzia per discutere della scelta di candidarsi tra le fila dei “Democratici per Canducci” in aperta opposizione alla candidata individuata dal partito, Aurora Bottiglieri, e al segretario comunale Claudio Benigni.

Una lettera che non lascia certo presagire nulla di buono, con la commissione che, regolamento alla mano, decreterà con tutta probabilità l’espulsione dei cinque tesserati dal partito, come peraltro già caldeggiato dallo stesso Benigni durante l’ultima campagna elettorale in occasione delle prime voci che volevano Gregori e compagni in rotta con il partito e la linea dettata in vista del fondamentale appuntamento elettorale di ottobre.

Da tenere d’occhio, in particolare, la situazione legata al Circolo nord del Pd attualmente presieduto dallo stesso Marini, ora a rischio commissariamento.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X