Quantcast
facebook rss

Quarta dose, il Piceno secondo nelle Marche: anziani da esempio

IL DATO - Su 312 vaccinazioni per over 80 e fragili fino a 60 anni, la  provincia di Ascoli ne ha contate (fino alla sera del 14 aprile), 102. Prima Ancona con 112, poi Pesaro (49), Macerata (33) e Fermo (20)
...

 

Vaccini alla Casa della Gioventù di Ascoli (foto d’archivio)

 

Gli over 80, il covid e i vaccini. E’ stata questa la categoria più colpita quanto a vittime: l’età media dei 3.781 decessi (333 nel Piceno) dall’inizio della pandemia è di 82 anni.

 

Non a caso sono stati gli anziani ad aprire la campagna vaccinale per la popolazione, il 20 febbraio 2021, e non si sono fatti pregare: l’adesione è stata di massa. Puntuali, fiduciosi nella scienza e senza pregiudizi, si sono presentati per la prima somministrazione, poi per la seconda e per la terza, cosiddetta booster, senza necessità di obbligo, senza troppe occasioni di dover esibire il green pass. Non lavorano più e non sono incalliti avventori di locali.

 

Per quarta dose, nelle Marche sono state effettuate fino a ieri, 14 aprile, più di 300 dosi (312) da quando è stata aperta (martedì) la possibilità di effettuarla.

La provincia con più persone che hanno ricevuto la vaccinazione è Ancona (112), seguita da Ascoli (102), Pesaro (49), Macerata 33 e Fermo 20.

 

Numero certo lontani dalla prima ondata di vaccinazioni agli over 80: nel Piceno sono oltre 12.000 gli over 80 che hanno diritto alla vaccinazione (il totale di questa categoria è 18.600 persone, ma molti sono stati vaccinati nelle Rsa e strutture protette, altri lo saranno a domicilio perché non si possono spostare). Nelle prime tre settimane di campagna, dal 20 febbraio 2021, agli hub vaccinali si presentavano 388 al giorno, tra Ascoli e San Benedetto. Adesso si è partiti con calma, del resto, non siamo più in una fase emergenziale.

 

Ma la risposta, nel Piceno soprattutto, è stata concreta e significativa.  Un esempio, da parte di persone che hanno vissuto l’avvento dei vaccini, entrati ormai nell’uso comune, come una conquista e non come una restrizione della libertà.

 

La seconda dose booster è destinata a persone che hanno più di 80 anni, a persone ricoverate nelle Rsa e ai fragili che hanno da 60 anni in su.

Oltre ai vaccinati ci sono i prenotati che, a ieri sera, erano 96 per la provincia di Ancona, 61 per quella di Pesaro, 50 Macerata, 20 Ascoli, 8 Fermo.

 

m.n.g.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X