Quantcast
facebook rss

Samb, slitta ancora la decisione di Renzi sulle dimissioni di Alfonsi e Visi

SERIE D - Dopo il summit di Roma, il massimo dirigente rossoblù si è preso una pausa di riflessione prima di decidere. La sensazione è che si dovrebbe andare avanti con l’attuale allenatore
...

 

di Benedetto Marinangeli

 

Ancora nessuna comunicazione ufficiale da parte della Samb dopo le dimissioni presentate da Sante Alfonsi e Stefano Visi, in seguito al 3-0 subito dai rossoblù a Genzano di Roma contro il Cynthialbalonga. La decisione slitta a domani, martedì, dopo il summit odierno di Roma tra lo staff tecnico e il presidente Roberto Renzi. La tensione è palpabile in casa rossoblù dopo l’accesa contestazione dei tifosi al Samba Village di Stella di Monsampolo nei confronti della squadra dopo il tracollo di Genzano.

 

Visi e Alfonsi (foto Sambenedettese Calcio)

La sensazione, comunque, è che il club del Riviera delle Palme dovrebbe continuare il campionato con Sante Alfonsi in panchina. Nel caso in cui non dovesse essere così due sono le soluzioni che potrebbero essere adottate da Renzi. E cioè richiamare in panchina Prosperi che è ancora legato da un accordo con la Samb oppure chiamare un nuovo tecnico. Quest’ultima soluzione è la meno accreditata anche perché è inutile chiamare un nuovo tecnico per chiudere un campionato che è praticamente finito a gennaio.

 

Roberto Renzi (foto Sambenedettese Calcio)

A meno che i due punti di vantaggio sulla zona playout, l’involuzione tecnica della squadra non indicano Renzi a prendere questa decisione per evitare una incredibile retrocessione in Eccellenza nell’anno del centenario del sodalizio rossoblù. Le squadre in lotta per la permanenza in D stanno giocando con un piglio diverso da quello di Angiulli e compagni. A Genzano, praticamente non sono scesi in campo concedendo tutto il possibile ai laziali e senza fare vedere la benchè minima reazione.

 

Un comportamento che ha determinato le dimissioni di Alfonsi e Visi che devono essere ancora accettate o respinte. Di certo stanno pensando all’interno dello spogliatoio rossoblù le promesse esternate al Samba Village e mai mantenute, ad oggi, dal presidente Renzi. Entro il 13 gennaio il massimo dirigente rossoblù avrebbe dovuto pagare i rimborsi di novembre mentre a fine mese anche dicembre. Malumori che naturalmente si ripercuotono in campo.

 

Ora non resta che attendere domani, giorno in cui i rossoblù riprenderanno anche la preparazione in vista del match interno di domenica prossima con il Chieti. Un vero e proprio scontro diretto in prospettiva salvezza.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X