Quantcast
facebook rss

Quintana, parte la settimana
che si chiude con la rivincita di agosto

ASCOLI - Giorni cruciali caratterizzati dalle prove di cavalli e cavalieri e da quelle dei figuranti, poi il prologo dell'Offerta dei Ceri di sabato 31 luglio e la Giostra di domenica 1 agosto al Campo dei Giochi. La scelta delle dame. Il numero collettivo degli sbandieratori. Forse la gara degli arcieri a settembre
...

di Andrea Ferretti

 

Inizia la settimana che si concluderà con la Quintana di domenica 1 agosto. Appuntamento clou dell’estate ascolana, preceduto dalla cerimonia dell’Offerta dei Ceri di sabato 31 luglio a Piazza Arringo.

E’ anche la settimana delle ultime prove di cavalli e cavalieri e quella delle prove dei figuranti. Le prime si terranno in due sessioni – mattino e pomeriggio – lunedì 26 e martedì 27 luglio. Quelle dei figuranti, invece, mercoledì 28 alle ore 21, ovviamente al Campo dei Giochi.

Rispetto all’edizione notturna di luglio, i figuranti stavolta sono molti di più visto che i sei Sestieri e il Gruppo Comunale sfileranno con 80 personaggi in costume anzichè sessanta, e i dodici Castelli raddoppiano passando da due a quattro.

La fila davanti alla biglietteria di Piazza del Popolo

BIGLIETTI – Come per l’edizione di luglio, sono andati a ruba anche quelli per assistere alla Giostra del primo agosto. Molte persone hanno fatto la fila davanti al botteghino di Piazza del Popolo fin dalla notte precedente per accaparrarsi il tagliando uno dei tre settori disponibili: tribuna coperta (50 euro), tribune laterali (35), gradinata (18). Le tribunette in ferro del lato Forte Malatesta, il vecchio prato, anche stavolta sono riservate ai figuranti, che occuperanno anche i tradizionali gradoni del lato sud

OFFERTA DEI CERI – Sabato 31 luglio raduno dei figuranti a Piazza Roma, poi il mini corteo raggiungerà Piazza Arringo per assestarsi davanti al sagrato della Cattedrale dove riceveranno la benedizione del vescovo Domenico Pompili.

QUINTANA – I figuranti si raduneranno come da tradizione in Piazza Ventidio Basso (San Pietro Martire) alle 14,45. Poi il corteo si avvierà con in testa il Gruppo Comunale, seguito dai Castelli secondo questo ordine: Arquata, Patrignone, Montemonaco, Folignano, Acquasanta, Porchia, Roccafluvione, Ripaberarda, Castorano, Venarotta, Monte San Pietrangeli, Comunanza. Quindi i Sestieri, secondo l’ordine di arrivo di luglio: Porta Solestà, Porta Tufilla, Porta Romana, Sant’Emidio, Piazzarola, Porta Maggiore.

L’investitura di Lorenzo Melosso, esordiente a Foligno

CAVALIERI – Al Campo dei Giochi è annunciata la sfida, o meglio la rivincita, tra gli tessi sei cavalieri che si sono affrontati a luglio. Quello da battere è Luca Innocenzi (Porta Solestà) fresco vincitore del 14° Palio personale, 32° per i gialloblù; Massimo Gubbini (Porta Tufilla), Lorenzo Melosso (Porta Romana), Pierluigi Chicchini (Sant’Emidio), Nicholas Lionetti (Piazzarola) e  Mattia Zannori (Porta Maggiore). Tempo una settimana e cinque di questi sei cavalieri sabato 7 agosto si ritroveranno a combattere contro il cronometro e gli anelli della Quintana di Foligno. Se Chicchini è stato ad Ascoli l’esordiente della Giostra di luglio, a Foligno sarà la prima volta per il ventenne ascolano Melosso che difende i colori del Rione Badia. Chicchini quelli del Rione Contrastanga, Zannori del Rione La Mora, Innocenzi del Rione Cassero e Massimo Gubbini del Rione Spada. Ad Ascoli, con sei vittorie, Gubbini insegue Innocenzi (14), poi c’è Melosso (1). Gli altri non hanno mai vinto A Foligno, invece, i due sono molto più vicini con Innocenzi a quota otto (vincitore nel 2020 dell’edizione unica) e Gubbini a sette. Due i successi di Chicchini. Dopo la “Giostra della Sfida”, a Foligno la “Giostra della Rivincita” si correrà domenica 12 settembre.

DAME – Le hanno presentate Porta Romana (Stefania Damiani), Sant’Emidio (Valentina Galati), Porta Maggiore (Barbara Mannocchi) e Porta Tufilla (Federica Mazzanti). Martedì 27 luglio tocca alla Piazzarola, poi Porta Solestà. Dopo la parentesi di luglio, quando Porta Solestà e Porta Maggiore hanno optato per la “coppia nobile” spezzando una tradizione che andava avanti dalla prima edizione del 1955, nel corteo di agosto torneranno ad essere presenti sei dame.

SBANDIERATORI – Prima della Giostra (e dopo la “sciamata”) al Campo dei Giochi torna anche il numero collettivo degli sbandieratori di tutti e sei i Sestieri. Ovviamente con tutte le cautele del caso, vedi il passaggio della bandiera (come minimo sudata) da una persona all’altra.

ARCIERI – Dopo l’annullamento della gara degli arcieri di venerdì 23 luglio al Campo dei Giochi, c’è la possibilità che venga “recuperata” venerdì 3 settembre. La volontà dei Sestieri sembra questa, ma tutto dipende ovviamente dall’evolversi della pandemia che, purtroppo, continua a condizionare tutto e tutti.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X