facebook rss

Isc “Don Giussani Monticelli”:
«Rivogliamo la nostra scuola nel quartiere»

ASCOLI - Il focus sugli istituti cittadini in vista dell'inizio dell'anno scolastico. Parla la dirigente Cinzia Pettinelli: «Dopo il sisma la scuola secondaria è ancora ubicata in via Sardegna. Per il ritorno qui, si parla del 2022 ma non è ufficiale». La situazione sulle nomine e i nuovi progetti
venerdì 13 Settembre 2019 - Ore 20:44
Print Friendly, PDF & Email

di Stefania Mistichelli

Terza tappa del viaggio di Cronache Picene nel mondo della scuola ascolana con l’Isc “Don Giussani Monticelli”, che comprende la secondaria di primo grado (media), la primaria e l’infanzia Poggio di Bretta, Marino del Tronto e “Don Giussani”.

Cinzia Pettinelli

«Dallo scorso anno scolastico – spiega la dirigente Cinzia Pettinelli – non è cambiato nulla sotto l’aspetto delle strutture; la nostra criticità, infatti, è di tipo logistico e dipende dal fatto che la scuola secondaria sia ancora ubicata in via Sardegna (a causa del sisma, ndr), del tutto sicura, ma che non è nel quartiere. Noi ovviamente rivogliamo la nostra scuola nel quartiere, sia per motivi di identità e di appartenenza, sia di spazi e di qualità della struttura. Come tempistica, si parla del 2022 come anno di restituzione della scuola, anche se non si tratta di comunicazioni ufficiali». Nel frattempo si stanno ultimando gli interventi di manutenzione ordinaria sui diversi plessi. «Piccoli interventi che figurano nella lista che ogni anno, a giugno, presentiamo all’amministrazione -continua-. Dalle serrandine sostituite nella primaria ad alcune Lim (lavagne elettroniche) che sono arrivate in aule dove mancavano».
Dal punto di vista dei docenti, quasi ultimato l’organico. «Nella secondaria ci manca qualche spezzone di cattedra che sarà coperto a giorni – aggiunge la Pettinelli- e abbiamo comunque le risorse per garantire il normale svolgimento delle lezioni».
Tra le novità, si può citare un grande investimento sul settore dell’infanzia. «Nell’ambito del progetto “Tra zero e sei”, teso a migliorare l’offerta formativa per l’infanzia, verrà fatto un lavoro educativo-pedagogico di qualità -conclude la dirigente-. In particolare, oltre a partire con una sezione di anticipatari, ci saranno azioni dedicate sia alla formazione dei docenti sia al sostegno delle famiglie. Inoltre, abbiamo ottenuto la presenza di due figure professionali, la logopedista e la psicomotricista, che interverranno gratuitamente nei plessi. Al di là dell’infanzia, abbiamo mantenuto i progetti d’istituto classici (tra questi, quella della scuola estiva, ndr), abbiamo portato a casa qualche PON e partiremo con una nuova avventura nel mondo della cinematografia».

Scuola, lunedì si torna tra i banchi “Borgo Solestà-Cantalamessa”: «Nomine ok e plessi fruibili»

Isc Ascoli Centro: la D’Azeglio verrà ristrutturata e ospiterà Materna, Elementare e Medie

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X