facebook rss

“Mamma ho riperso l’Impero”,
ballo di Natale a Santo Stefano

ASCOLI - Presentato questa mattina a Palazzo Arengo l’evento dedicato ai giovani ascolani, firmato "K Events" e "Impero Eventi". Musica e tanto divertimento giovedì 26 dicembre al palasport di Monticelli

di Federico Ameli

Offrire ai giovani ascolani un’opportunità di svago e di divertimento, a due passi da casa e nel pieno rispetto delle norme di sicurezza. È questo l’obiettivo di “Mamma ho riperso l’Impero”, la festa di Natale in programma giovedì 26 dicembre al palazzetto dello sport di Monticelli. L’evento, il cui nome ricalca il titolo di una nota pellicola cinematografica a tema natalizio, è il frutto della collaborazione tra “Impero Eventi” e “K Events”, due associazioni attive da tempo sul territorio che per l’occasione hanno scelto di fare fronte comune nell’interesse dei più giovani. «Grazie alla disponibilità dell’Amministrazione comunale, sempre attenta alle necessità e alle istanze dei ragazzi ascolani, siamo riusciti a trovare terreno fertile per promuovere un evento dedicato a studenti delle scuole superiori e universitari» ha dichiarato Alberto Di Mattia di “Impero Eventi”.

A partire dalle 22,30 Daniele Poli, Luca Bacigalupo e Davide Valenti, tra i dj più in vista della scena musicale ascolana, animeranno il palazzetto dello sport di Monticelli, per una serata che promette grande divertimento, ma con un occhio anche alla tutela dei partecipanti e delle loro famiglie.

Come sostenuto infatti dall’assessore comunale agli Eventi, Monia Vallesi, «oltre a valorizzare la città e a offrire un’importante opportunità ai nostri giovani, il ballo di Natale garantirà ai nostri ragazzi la possibilità di divertirsi in totale tranquillità grazie a un piano di sicurezza studiato ad hoc con grande attenzione e scrupolo». Un’unità di intenti, quella tra organizzatori e Amministrazione, che consentirà dunque ai più giovani di trascorrere una serata all’insegna della buona musica senza dover necessariamente migrare verso altri lidi. Come ha infatti ricordato lo stesso Di Mattia, «troppo spesso noi giovani ci troviamo a doverci spostare da Ascoli per soddisfare le nostre esigenze ricreative. Inoltre, nel prossimo futuro non mancheranno proposte di carattere culturale, nella speranza di contribuire attivamente al rilancio della città».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X