facebook rss

Summit Regioni-Governo, Ceriscioli:
«Nuovo decreto per il Coronavirus» (Video)

EMERGENZA - Le nuove regole sono attese in serata, dice il governatore. Le misure saranno adottate la prossima settimana
Il videomessaggio delle 16 del Governatore Ceriscioli

L’ordinanza della Regione sul Coronavirus è agli sgoccioli: a mezzanotte scadranno i provvedimenti adottati da palazzo Raffaello (tra questi chiusura di scuole e atenei, sospensione delle manifestazioni pubbliche) che avevano fatto infuriare il governo tanto da arrivare ad un ricorso al Tar. La situazione, dopo giorni di polemiche, sembra cambiata con la rotta intrapresa per una linea unitaria.

Luca Ceriscioli

Ceriscioli oggi ha partecipato alla videoconferenza tra le Regioni e il Governo per affrontare le nuove disposizioni per arginare il Coronavirus. Nelle Marche ieri erano arrivati a 11 i contagiati. Una riunione che è durata quattro ore e da cui, ha spiegato pochi minuti fa il presidente Ceriscioli in un videomessaggio, è emerso che «L’obiettivo del governo è di fare un nuovo decreto che andrà a dare regole che riguardano l’intero Paese. Regole omogenee che si applicano secondo criteri oggettivi in tutto il territorio nazionale – ha detto Ceriscioli -. Dovrebbe arrivare in serata e diventare operativo da domani e ci è stato detto che non avrà necessità di una ordinanza. Non appena avremo il decreto e comunicherò il contenuto per mettere in atto le iniziative per il contenimento del coronavirus». Il premier Conte, sempre pochi minuti fa, ha spiegato che il decreto sarà reso noto domani e riguarderà le misure da adottare la prossima settimana.

 

Coronavirus nel Piceno, Milani: «Niente allarmismi, tamponi tutti negativi» 11 persone in quarantena volontaria In caso di emergenza pronta un’ala del “Mazzoni”

 

Effetto Coronavirus, aumenta l’afflusso nei supermercati, ma la vera corsa è ai prodotti per pulizia e igiene

 

Effetto Coronavirus, in Riviera la paura del contagio si fa sentire

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X