facebook rss

Mandozzi attacca Luciani:
«Cinque anni di nulla»

SPINETOLI - Il candidato sindaco non fa sconti passando al setaccio l’operato dell’attuale amministrazione. Piano regolatore in vista del nuovo ospedale, politiche sociali, cultura, famiglia e sicurezza tra i punti in evidenza nel programma
giovedì 16 Maggio 2019 - Ore 18:47
Print Friendly, PDF & Email

«Si sono presentati agli elettori proponendo 5 milioni di opere da realizzare, in realtà, dopo 5 anni, Spinetoli si è trovata davanti al nulla». La Lista “Spinetoli Bene in Comune“, che sostiene il candidato sindaco Emidio Mandozzi, non fa sconti mentre passa al setaccio l’operato dell’attuale amministrazione comunale. Dopo la presentazione della lista a Pagliare, Spinetoli e San Pio, gli incontri con i cittadini proseguono ogni sera all’interno dei quartieri per illustrare il programma che i candidati propongono alla città.

Emidio Mandozzi

«L’attuale amministrazione -ribadisce Mandozzi– è stata capace di spendere solo 990.000 euro, dei 5 milioni prospettati, pari al 15% dell’intera previsione. Di questi, 900.000 euro sono stati destinati alla realizzazione delle fogne, opere poi pagate da tutti i cittadini, e non dal comune, perché sulle bollette oltre al consumo dell’acqua c’è la voce fogne e depuratori».
Tra i punti in rilievo del programma della lista c’è la rivisitazione del piano regolatore vigente anche alla luce dell’insediamento del nuovo ospedale di eccellenza per il quale si dovranno prevedere nuove forme di sviluppo economico e sociale, continuando a garantire la vivibilità e la fruibilità del tessuto ormai consolidato di Pagliare del Tronto. «Il nuovo ospedale è una grande opportunità per il nostro comune -sottolinea Mandozzi- e “Spinetoli Bene in Comune” lo sostiene fin dalla prima ora».

Il simbolo della lista

«Ampio spazio, nel programma, è riservato alle politiche giovanili: oltre a promuovere e valorizzare le associazioni locali si prevede la realizzazione di un centro di aggregazione giovanile, coinvolgendo tutte le associazioni culturali e sociali del territorio, pensato come spazio per riunioni, incontri, laboratori creativi, musicali e quanto altro rientrerà nei progetti delle associazioni. E’ prevista, inoltre, la riapertura della biblioteca comunale, del “Museo della civiltà contadina” e la valorizzazione del “Museo della scultura” ripristinando il concorso nazionale di scultura nel periodo estivo nel centro storico di Spinetoli. Non ultimo, grande attenzione anche alle politiche per il sociale e per la famiglia, oltre che alla sicurezza dei cittadini, prevedendo un potenziamento della Polizia municipale, in collaborazione con le forze dell’ordine al fine di incentivare il contrasto alle attività illecite».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X